VIDEO
Cerca video
Installa app Contatti
CONSIGLI 26 OTTOBRE 2021

Il Green Pass è obbligatorio anche per lo smart working?

Una domanda che sta attanagliando tutti: ma il Green Pass è obbligatorio anche per chi lavora da remoto?

 

Il decreto-legge in vigore da venerdì 15 ottobre 2021 non lascia dubbi: la certificazione verde è obbligatoria per tutti i lavoratori senza eccezione alcuna L’obbligo prevede che ogni lavoratore debba essere in possesso del Green Pass per accedere al luogo di lavoro. Resta, comunque, alle aziende private la possibilità di optare, a seconda delle esigenze, anche per il lavoro agile.

 

Ed eccoci arrivati al nocciolo della questione: chi lavora da casa non è tenuto a presentare la certificazione al datore di lavoro, che a sua volta non può chiederla al lavoratore, dal momento che per motivi di privacy QR code e dati sanitari non possono essere trasmessi telematicamente.

 

Va detto che, come specificato dalle FAQ del governo, il lavoro da remoto “non può essere utilizzato per eludere l’obbligo di Green pass”; perciò, se una società prevede la presenza in azienda, al lavoratore di tale società non può essere concesso il lavoro da remoto per evitare le sanzioni previste per chi sprovvisto di certificazione. Dipendente non vaccinato e senza Green Pass? In questo caso, resterà a casa senza stipendio, sino a quando non presenterà il documento tanto discusso.

6
Alcuni video presenti in questa sezione sono stati presi da internet, quindi valutati di pubblico dominio. Se i soggetti presenti in questi video o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione, basterà fare richiesta di rimozione inviando una mail a: team_verticali@italiaonline.it. Provvederemo alla cancellazione del video nel minor tempo possibile.
Chiudi
Caricamento contenuti...