VIDEO
Cerca video
Installa app Contatti
CURIOSITÀ 01 DICEMBRE 2022

Il mistero della foresta nazista

Nell’ex Germania dell’Est negli anni ’90 venne alla luce un’enorme svastica “disegnata” con gli alberi. Andiamo insieme alla scoperta della misteriosa foresta nazista.

 

 

Nel 1992 nel bel mezzo di una foresta della regione di Uckermark fu scoperta una formazione di larici a forma di svastica. Il ritrovamento sconvolse le autorità locali, che predisposero un’opera di disboscamento della piantagione.

 

 

Larici ariani

Il simbolo nazista fu individuato da uno stagista dell’architetto paesaggista Günter Reschke durante lo studio di alcune fotografie aeree scattate nei dintorni della città di Zernikow: una veduta dell’area di Kutzerower Heide tradiva la presenza di larici piantati secondo un ordine preciso; non è tutto: in autunno le loro foglie assumevano tinte differenti rispetto agli altri alberi, colorando in modo preciso una svastica gialla.

 

 

Il compleanno di Hitler

Sino al 1992 nessuno si era mai accorto della sinistrapresenza”. Secondo analisi condotte, quei larici erano stati piantumati sul finire degli anni ’30 come omaggio al Terzo Reich. Ma le tesi sostenute da un’inchiesta giornalistica sono diverse: secondo una, un uomo piantò quegli alberi da bambino su ordine preciso di un guardaboschi fedele al Führer; secondo un’altra, invece, la piantagione era un regalo di compleanno per lo stesso Hitler.

 

 

Disboscamento “necessario”

Nel 1995 venne disposta la rimozione degli alberi incriminati, ma non bastò: nel 2000 fu ordinato un abbattimento radicale, per cancellare il rimando oscuro ad una delle pagine più drammatiche della nostra storia e per impedire che gruppi di ideologia neonazista trasformassero quell’angolo green di Germania in luogo di culto sinistro.

3.189 visualizzazioni 0
Chiudi
Caricamento contenuti...