VIDEO
Cerca video
Installa app Contatti
CURIOSITÀ 09 AGOSTO 2022

Il mistero dell'oceano che ha sconvolto gli scienziati

Una missione oceanografica si è imbattuta a migliaia di metri di profondità in misteriose e inquietanti cavità sul fondale marino: buche di forma strana, una dopo l’altra. Scendiamo insieme negli abissi per scoprire cosa sta facendo tremare la scienza.

 

Le immagini di questi straordinari fori sono apparse sui profili social dell’Ocean Exploration, progetto di ricerca della National Oceanic and Atmospheric Administration. Le misteriose cavità sono state scovate a circa 2500 metri di profondità da un mezzo telecomandato a Nord delle Azzorre, lungo un’imponente cresta vulcanica sul fondo sabbioso dell’Atlantico.

 

L’affascinante scoperta

Il ritrovamento ha lasciato di sasso i ricercatori: le buche apparentemente sembrano create per mano dell’uomo, ma i mucchi di sedimenti attorno lasciano ipotizzare tutt’altro, ovvero che siano risultato dello scavo di “qualcosa” di non umano; un’ipotesi, questa, a tratti inquietante e che spinge il team di studiosi a voler continuare le ricerche. La finalità dello studio è quella di analizzare la catena montuosa che si estende sott’acqua per ben 16000 km, al fine di scoprire come si sviluppa la vita dell’oceano attorno ai vari vulcani sommersi.

 

Il grosso animale che vive sul fondale

Intanto, i ricercatori hanno preso in prestito il termine “lebensspuren” (ovvero “tracce di vita”) per descrivere le buche. Come si siano create non si sa; i sedimenti rialzati attorno ai fori fanno pensare si tratti del risultato dell’azione di scavo di un grosso animale che abita sul fondo dell’Atlantico.

 

Ad oggi, circa l’incredibile ritrovamento ci sono molte ipotesi e pochi dati empirici. Chi ha generato quelle buche? Chi ci vive dentro? Un mistero che va ad aggiungersi ai tanti miti e leggende sugli abissi.

 

Guarda anche:

20.379 visualizzazioni 38
Chiudi
Caricamento contenuti...