VIDEO
Cerca video
Installa app Contatti
NOTIZIE 08 GIUGNO 2021

Il tribunale dell'Aja conferma l'ergastolo per Mladic

Roma, 8 giu. (askanews) - L'ex comandante serbo-bosniaco Ratko Mladic ha perso il suo appello contro la condanna del 2017 per genocidio e crimini contro l'umanità. Il tribunale delle Nazioni Unite con sede all'Aja ha confermato l'ergastolo per il suo ruolo nell'uccisione di circa 8.000 uomini e ragazzi bosniaci musulmani (bosniaci) a Srebrenica nel 1995.

Il massacro, in un'enclave che avrebbe dovuto essere sotto la

protezione delle Nazioni Unite, è stata la peggiore atrocità in

Europa dalla seconda guerra mondiale. Non è ancora chiaro dove Mladic sconterà il resto della sua pena.

La giuria d'appello, composta da cinque persone, ha riscontrato

che Mladic non aveva fornito prove per invalidare le precedenti

condanne a suo carico, sebbene il presidente del tribunale avesse dissentito su ogni capo di imputazione.

Mladic aveva denunciato il tribunale durante la sua udienza

d'appello ad agosto, definendolo uno strumento delle potenze

occidentali. I suoi avvocati avevano sostenuto che era lontano da Srebrenica quando avvenne il massacro.

Mladic, noto come il "Macellaio della Bosnia", è stato uno degli

ultimi sospettati ad affrontare un processo presso il Tribunale

penale internazionale delle Nazioni Unite per l'ex Jugoslavia. Era stato arrestato nel 2011 dopo 16 anni di latitanza.

0
Alcuni video presenti in questa sezione sono stati presi da internet, quindi valutati di pubblico dominio. Se i soggetti presenti in questi video o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione, basterà fare richiesta di rimozione inviando una mail a: team_verticali@italiaonline.it. Provvederemo alla cancellazione del video nel minor tempo possibile.
Chiudi
Caricamento contenuti...