VIDEO
Cerca video
Installa app Contatti
CONSIGLI 09 FEBBRAIO 2022

Il trucco del lace lock per correre meglio

Molti runner soffrono, quando si allenano, di un fastidioso slittamento del piede all’interno delle scarpe: le conseguenze più spiacevoli e consuete sono le vesciche che lo sfregamento continuo genera sul tallone e sulle dita. C’è un sistema molto semplice ed efficace per ovviare a questo problema.

 

 

Osservando con attenzione un paio di sneaker stringate, ci si rende conto che all’imboccatura della caviglia, sopra i due listini paralleli in cui sono presenti gli occhielli per inserire le stringhe, ci sono due piccoli fori supplementari, uno per lato: inserendo i lacci all’interno di questi buchi con la tecnica del “lace lock”, detta anche “heel lock”, si può bloccare meglio il piede all’interno della calzatura, limitandone il movimento, a tutto vantaggio del comfort durante la corsa.

 

 

Per ottenere questo risultato, bisogna inserire ogni stringa nel foro aggiuntivo del suo stesso lato dall’interno, formando un’asola ampia un paio di centimetri abbondanti: i due lacci vanno poi incrociati, infilando le estremità nelle rispettive asole opposte. Per assicurare la legatura ottimale, occorre poi tirare saldamente le stringhe verso il basso, in modo che le asole si stringano senza lasciare spazio o rimanere allentate. Per completare il lace lock, infine, è sufficiente procedere all’allacciatura abituale, formando un nodo a fiocco, con i lacci ben tirati.

 

 

Gli sportivi assicurano che questo metodo, sperimentato anche in modo empirico sui tapis roulant, sia particolarmente efficace non solo per evitare lo slittamento dei talloni nelle scarpe, ma anche per migliorare la pronazione e l’assorbimento dell’impatto delle suole sul terreno.

1.696 visualizzazioni 0
Chiudi
Caricamento contenuti...