Virgilio Video VIDEO Search
HOME arrowDx NOTIZIE

Il visibile e l'invisibile: Thomas Struth al MAST di Bologna

05 FEBBRAIO 2019

Bologna (askanews) - C'è qualcosa di non completamente definibile nella reazione che si prova davanti alle grandi fotografie di argomento scientifico che Thomas Struth presenta al MAST di Bologna nella mostra "Nature and Politics". Perché quello che vediamo ha, al tempo stesso, una magnificenza visiva e un profondo mistero a livello di semantica delle immagini: sappiamo che stiamo guardando il meglio della ricerca scientifica, ma non abbiamo alcun modo di capire cosa queste fotografie ci restituiscano del nostro futuro. Vediamo tutto alla perfezione, ma molto, nei lavori di Struth, resta misterioso. Questo è il punto di forza della mostra e qui si gioca una partita che riguarda anche il concetto di invisibilità che associamo a queste immagini perfette. Ma l'artista tedesco, su questo punto, non si lascia trascinare sul campo filosofico.

Ups itw

da 0.42

"L'invisibilità - ha detto ad askanews - è quando tengo gli occhi chiusi, non posso vedere, ma questo non è del tutto vero, perché con la memoria vedi le immagini che hai nella mente: il volto di tua moglie o dei tuoi figli... Io faccio fotografie, immagini. E lavoro per un pubblico che desidera cercare se stesso, non faccio propaganda".

Alla propaganda, come visitatori, non si pensa, assorbiti come si è dall'immensità delle fotografie in mostra. Si pensa però, come ha detto anche il curatore Urs Stahel, che il lavoro di Struth in fondo abbia come obiettivo quello di "dare un nome" alle cose, e che questa operazione (filosofica fino al midollo) in qualche modo sia essa stessa parte della trasformazione che le fotografie documentano con tutta la loro evidenza di oggetti d'arte contemporanea.

+++ il MAx Planck in cop da 6.34 +++

+++ lui che parla davanti alla foto di cui parla in cop da 3.16 +++

E sebbene il fotografo tedesco si mantenga asciutto e piuttosto schivo quando lo si prova a portare sul terreno dell'interpretazione del suo lavoro, a un certo punto, di fronte a un memorabile scatto nell'Istituto Max Planck di fisica del plasma di Garching in Germania, anche Struth cede alla metafora, e che metafora.

ups itw

Da 0.01

"Ho guardato l'oggetto - ha spiegato ai giornalisti - e ho cercato di capire come, nella prospettiva della storia umana questo poteva essere visto come il Santo Graal dei nostri tempi, qualcosa di straordinariamente promettente, un'entità che viene ammirata per il suo potenziale e le sue capacità".

La mostra del MAST, aperta al pubblico fino al 22 aprile, è la celebrazione di un maestro, certo, ma è anche un'ulteriore occasione per riflettere su quanto la fotografia sia centrale nel contemporaneo e quanto la presunta oggettività che dovrebbe portare con sé sia solo una sorta di vecchio orpello inservibile. Perché anche a Bologna quello che si vede davvero va ben oltre la semplice documentazione.

.

Trend

guardali tutti

Emozioni

guardali tutti

Video più condivisi

  • OGGI
  • SETTIMANA
  • MESE
guardali tutti

Alcuni video presenti in questa sezione sono stati presi da internet, quindi valutati di pubblico dominio. Se i soggetti presenti in questi video o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione, basterà fare richiesta di rimozione inviando una mail a: team_verticali@italiaonline.it. Provvederemo alla cancellazione del video nel minor tempo possibile.

Caricamento contenuti...