VIDEO
Cerca video
Installa app Contatti
BUONO A SAPERSI 22 GENNAIO 2023

In arrivo i giorni della merla: quando farà più freddo nel 2023

Secondo la tradizione popolare, i giorni della merla, sono considerati i più freddi dell’anno. Questa denominazione particolare ha origini antichissime. La credenza popolare trae le sue radici nel mito di Persefone e Demetra. Nella cultura rinascimentale, invece, Gennaio (o l’Inverno) è rappresentato come un vecchio che scatena pioggia, nevicate e vento gelido contro la merla, perché l’uccello annuncerebbe l’arrivo della primavera: in anticipo o in ritardo a seconda dell’attesa.

Secondo la leggenda, se in quei tre giorni le temperature sono miti, allora l’inverno sarà ancora lungo, se invece farà freddo, allora la sua fine sarà prossima. Come molte credenze, la leggenda prende varie sfumature e significati a seconda dei luoghi e delle culture popolari.

 

Giorni della merla, arriva il freddo nel 2023: quali sono?

Secondo il calendario i giorni più freddi dell’anno sono il 29, 30 e 31 gennaio. Anche in relazione a questi tre giorni ci sarebbero delle credenze. Nel calendario romano, infatti, il mese di gennaio aveva solo 28 giorni. La merla per non patire il freddo e rimanere nel nido fece scorta di cibo, e Gennaio per dispetto decise di prolungare di tre giorni la sua durata.

 

Nel 2023 i giorni della merla saranno davvero i più freddi dell’anno?

Dunque, cosa bisogna aspettarsi in questi “giorni della merla”, farà davvero così freddo come vuole la credenza popolare? Nel 2023 questa previsione potrebbe veramente avverarsi. Questo perché un flusso di aria gelida proveniente dalla Russia potrebbe coinvolgere anche l’Europa. Delle previsioni annunciate, in concomitanza con i giorni della merla, l’Italia potrebbe effettivamente essere coinvolta dal freddo. La spiegazione, però, in questo caso è legata alla scienza. In particolare al “Ponte di Woeikoff” che si origina quando un flusso di alta pressione che arriva dalle Azzorre raggiunge la Scandinavia spostando l’aria gelida verso il cuore dell’Europa. Questa condizione porta a improvvise tempeste di neve e a un netto crollo delle temperature.

Si può credere o meno a questa storia e a tutte le storie a lei collegate, ma sta di fatto che il cambiamento climatico ogni anno influisce sempre di più sulle temperature. Inoltre, anche se può sembrare assurdo, tra i segnali preoccupanti del riscaldamento globale c’è il freddo intenso.

26.895 visualizzazioni 61
Chiudi
Caricamento contenuti...