VIDEO
Cerca video
Installa app Contatti
NOTIZIE 14 APRILE 2021

Iran su arricchimento uranio: rispondiamo a "terrorismo" Israele

Milano, 14 apr. (askanews) - La decisione annunciata dall'Iran di arricchire l'uranio fino al 60% dopo un'esplosione nel suo impianto di Natanz è la "risposta" secondo la Repubblica islamica al "terrorismo nucleare" di Israele.

Il presidente iraniano Hassan Rohani ha dichiarato minaccioso:

"Non puoi cospirare contro l'Iran, commettere crimini a Natanz. Per ogni crimine, ti taglieremo le mani. Colpiremo entrambe le mani, una con l'IR-6 e l'altra con il 60%. Naturalmente non resteremo inattivi".

Secondo il New York Times, gli israeliani sarebbero stati coinvolti nell'operazione, che è stata effettuata con l'ausilio di una bomba "giunta di contrabbando" all'interno della fabbrica e attivata a distanza.

L'esplosione di Natanz è avvenuta durante i negoziati a Vienna per cercare di salvare l'accordo nucleare iraniano internazionale raggiunto nella capitale austriaca nel 2015, di cui il primo ministro israeliano Benjamin Netanyahu è stato un convinto oppositore sin dal primo giorno.

L'arricchimento del 60% segnerebbe un ulteriore e senza precedenti passo nella violazione degli impegni presi dall'Iran in base all'accordo di Vienna.

0
Alcuni video presenti in questa sezione sono stati presi da internet, quindi valutati di pubblico dominio. Se i soggetti presenti in questi video o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione, basterà fare richiesta di rimozione inviando una mail a: team_verticali@italiaonline.it. Provvederemo alla cancellazione del video nel minor tempo possibile.
Chiudi
Caricamento contenuti...