VIDEO
Cerca video
Installa app Contatti
NOTIZIE 25 GIUGNO 2019

La 13esima Biennale Danza: spazio di diversità per corpi e menti

Venezia, 25 giu. (askanews ) - La consegna dei Leoni d'Oro e d'Argento, rispettivamente ad Alessandro Sciarroni e ai due francesi Théo Mercier e Steven Michel, ha inaugurato ufficialmente il 13esimo Festival Internazionale di Danza Contemporanea della Biennale di Venezia, diretto da Marie Chouinard. Un evento che torna a portare i corpi dentro il respiro della Biennale, arrivando spesso a offrire una sintesi purissima di ciò che ci appare uno dei veri motivi dell arte contemporanea oggi.

"Vedremo delle cose molto diverse - ha detto ad askanews Marie Chouinard, parlando dell intero festival - perché ogni artista ha una maniera unica, quando è un grande artista, di vedere e ricreare il mondo. I lavori sono tanti e diversi, ma c è un elemento comune, uno spazio nel quale il corpo e la mente, il corpo e l intelligenza, sono insieme con il cuore e la consapevolezza che la vita è una cosa molto delicata, fragile, e che è un tesoro".

Insieme alla Chouinard, a fare da padrone di casa alla cerimonia, il presidente della Biennale Paolo Baratta. "Più che come spettacoli di danza da presentare per un cartellone, come abbiamo fatto per gli altri settori - ha spiegato il presidente - abbiamo curato il settore danza innanzitutto animati da spirito di ricerca".

Una ricerca che ha portato a premiare i lavori di Sciarroni, opere capaci, attraverso la ripetizione dei gesti, di andare a indagare in profondità una dimensione temporale. E che si muovono sul terreno della diversità e dell'apparente stranezza. "Nelle pieghe di quella cosa che apparentemente sembra strana, come un giocoliere che fa lo stesso numero per dieci minuti di seguito - ci ha detto Sciarroni - a volte possiamo riconoscere qualcosa che riguarda la nostra quotidianità, la nostra vita. Io, per lo meno, mi ci riconosco".

"E' un premio basato su una produzione, quindi sono felice che questa produzione abbia aperto una finestra che ha potuto colpire il pubblico", ha aggiunto Steven Michel, fresco vincitore del Leone d Argento insieme al collega e compagno di vita Théo Mercier, al quale abbiamo chiesto una definizione di cosa sia la danza oggi. "Non ce l'ho una definizione - ci ha risposto - io so chi sono io ora e so che è qualcosa che mette insieme oggetti, corpi, che ragiona su come dare un movimento a ciò che non si può muovere e a come rende immobile ciò che si muove".

E intorno a questa incertezza si costruiscono le possibilità della Biennale Danza. Possibilità a volte brutali, a volte struggenti, a volte scioccanti, a volte talmente chiare da diventare uno specchio per tutti noi.

0
Alcuni video presenti in questa sezione sono stati presi da internet, quindi valutati di pubblico dominio. Se i soggetti presenti in questi video o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione, basterà fare richiesta di rimozione inviando una mail a: team_verticali@italiaonline.it. Provvederemo alla cancellazione del video nel minor tempo possibile.
Chiudi
Caricamento contenuti...