VIDEO
Cerca video
Installa app Contatti
SALUTE 29 LUGLIO 2021

La dieta antistress

Molti dei disturbi che ci affliggono possono essere riassunti in una sola parola: stress. Se non è possibile eliminare alla radice ognuno dei fattori che lo provocano, un corretto stile di vita, a partire dall’alimentazione e dall’attività fisica, può mitigarne di molto le conseguenze.

 

 

Secondo la biologa nutrizionista Francesca Beretta, autrice del libro “Giù la pancia… su il morale”, per ristabilire il corretto equilibrio del nostro corpo, dobbiamo riconquistare il buonumore e armonizzarci con la natura, partendo dal prenderci cura dell’intestino, uno dei principali protagonisti nella produzione di serotonina, “l’ormone della felicità”.
In quest’ottica, l’organismo reagisce in maniera diversa agli stimoli: quelli positivi promuovono la secrezione di ormoni benefici, mentre quelli negativi, come lo stress, inducono il rilascio di sostante dannose, che favoriscono l’insorgenza degli stati infiammatori.

 

 

Seguendo per almeno 30 giorni un regime alimentare corretto, si ottiene un vero e proprio reset del sistema endocrino, che ricomincerà a secernere gli ormoni adatti ad ogni momento della giornata, migliorando la qualità del sonno, restituendo energia e riportando il benessere nella nostra quotidianità. Cibi ricchi di sali minerali, vitamine e fibre come frutta fresca e secca, legumi, verdure e cereali integrali aiutano il microbiota intestinale a funzionare al meglio; spezie come curcuma e peperoncino e alimenti ricchi di triptofano che favorisce il riposo ristoratore, come pesce, melograno, kiwi, cioccolato fondente e pasta integrale, non devono mai mancare in tavola, così come fagioli, uova, datteri e polline, che contengono elevati livelli di serotonina ed elementi antiossidanti.

 

 

Quando si è sotto stress, è importante anche velocizzare la digestione consumando pasti che prevedano solo due cibi differenti alla volta, come ad esempio una porzione di pesce con contorno di zucchine, mentre sono da evitare pomodori, dolci, salumi, formaggi, pizze e focacce e, in generale, cibi ricchi di sale e bevande neurostimolanti come guaranà e caffè.

1.093 visualizzazioni 0
Alcuni video presenti in questa sezione sono stati presi da internet, quindi valutati di pubblico dominio. Se i soggetti presenti in questi video o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione, basterĂ  fare richiesta di rimozione inviando una mail a: team_verticali@italiaonline.it. Provvederemo alla cancellazione del video nel minor tempo possibile.
Chiudi
Caricamento contenuti...