VIDEO
Cerca video
Installa app Contatti
CONSIGLI 23 MAGGIO 2022

La straordinaria complessità dei cani

I cani sono molto più complessi di ciò che si crede, basta pensare che in natura non ne esistono due uguali: hanno una vita emotiva articolata, una comunicazione e un codice di comportamento propri. Hanno gusti, preferenze, esigenze che variano anche a seconda dell’età. Insomma, pur non essendo umani, sono straordinariamente simili ai loro migliori amici bipedi.

 

 

Abitudine diffusissima e sbagliata è spiegare i comportamenti di Fido in termini di dominanza. In realtà, il modo in cui il cane si muove nel mondo è espressione della sua predisposizione di razza ed individuale, della sua motivazione, dei suoi stati d’animo, delle esperienze che ha fatto e di come è gestito. I cani che sanno di essere amati e con una vita soddisfacente non hanno bisogno di prevalere, tant’è che non lo fanno. La dominanza è quindi espressione di malessere.

 

 

Questo non significa parlare di sottomissione: aldilà dell’amore incondizionato dei cani nei confronti dei propri umani, la convinzione che i quattrozampe possano essere sottomessi (anche con la forza) non ha fondamenta scientifiche; anzi, è provato che metodi coercitivi creino solo danni. Ora, sfatiamo il mito che vede i cani amanti delle coccole: non tutti sono per il contatto fisico e vogliono essere toccati e accarezzati. Altro luogo comune è pensare che i cani siano portati per natura a mordere. Ebbene, una delle regole del codice di comportamento canino è proprio che non si morde a caso, lo si fa solo per proteggersi da una minaccia inevitabile.

 

 

Fido deve essere considerato a tutti gli effetti membro della famiglia, di cui deve rispettarne le regole. Per questo, deve essere preparato sin da piccolo. L’educazione da parte degli umani diventa fondamentale ed estremamente importante, ma non dei mai e poi mai prescindere da gusti ed unicità dell’animale. Vivere con un quattrozampe significa trovare un compromesso fra i nostri bisogni e i suoi, avendo sempre a mente, non in ultimo, che per il cane la solitudine è una vera sofferenza innaturale. I momenti di distacco è giusto e normale che ci siano, ma rendono necessaria una preparazione alla separazione, che deve essere solo temporanea.

 

 

A cura di Lauretana Satta di DogDeliver

https://dilei.it/esperti/lauretana-satta/

6.852 visualizzazioni 36
Chiudi
Caricamento contenuti...