Virgilio Video VIDEO Search
HOME arrowDx NEWS

La Terra ha 7 gemelli a 40 anni luce: annuncio shock della Nasa

Se condividi l'articolo su Facebook guadagni crediti vip su Libero Cashback Risparmia con lo shopping online: a ogni acquisto ti ridiamo parte di quanto spendi. E se accumuli crediti VIP ottieni rimborsi più alti!
22 FEBBRAIO 2017

Houston (askanews) - Il pianeta Terra ha 7 gemelli che si trovano a 'soli' 40 anni luce di distanza dal nostro sistema solare, nella costellazione dell'Acquario, e potenzialmente sono in grado di ospitare la vita.

E' l'annuncio shock della Nasa, fatto nel corso di una conferenza stampa in diretta streaming mondiale il 22 febbraio 2017.

I 7 esopianeti rocciosi, di dimensioni simili alla Terra o a Venere, orbitano attorno alla stella nana rossa Trappist-1, con una massa pari all'8% del nostro Sole, e 3 di essi si trovano nella cosiddetta zona abitabile, ovvero a una distanza dalla loro stella tale da consentire la presenza di acqua liquida sulla superficie e quindi condizioni adatte allo sviluppo della vita.

Grazie alle osservazioni combinate effettuate da telescopi a terra e dallo Spazio, con Spitzer della NASA, gli astronomi hanno potuto confermare la presenza di questi 7 piccoli mondi.

Per scovarli, gli scienziati si sono serviti della tecnica del transito: misurando i piccoli cali di luminosita' della stella al passaggio dei pianeti in orbita attorno ad essa, e' stato possibile dedurre il numero dei corpi celesti appartenenti al sistema e ricavare informazioni, per ciascuno, su dimensioni, composizione e orbita.

Dei 7 pianeti, Trappist-1e, f e g, il piu' grande, rappresenterebbero il 'Sacro Graal' degli astronomi alla ricerca di esopianeti abitabili.

Trappist-1g in particolare riceve la stessa quantita' di luce che riceve la Terra.

Il sistema solare di Trappist-1 e' sotto la lente anche dello telescopio spaziale Hubble che ne sta studiando le atmosfere planetarie, e sara' oggetto di osservazione anche degli osservatori di nuova generazione quali l'Extremely Large Telescope dell'ESO e il telescopio spaziale James Webb di NASA, ESA e CSA, grazie ai quali, presto si sara' in grado di cercare acqua e, forse, anche eventuali evidenze di vita.

Trend

guardali tutti

Video più condivisi

  • OGGI
  • SETTIMANA
  • MESE
guardali tutti

Alcuni video presenti in questa sezione sono stati presi da internet, quindi valutati di pubblico dominio. Se i soggetti presenti in questi video o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione, basterà fare richiesta di rimozione inviando una mail a: team_verticali@italiaonline.it. Provvederemo alla cancellazione del video nel minor tempo possibile.

Caricamento contenuti...