VIDEO
Cerca video
Installa app Contatti
CURIOSITÀ 11 MARZO 2022

La vera storia del Pera Palas

Quello del Pera Palas è un nome che, in Italia, potrebbe non dire molto. Tolti gli esperti o appassionati di storia e i più ferrati tra i conoscitori di Istanbul e della Turchia, sono infatti in pochi nel nostro Paese a conoscere la storia dell’Hotel Pera Palas, una vicenda da cui Netflix ha estrapolato la sceneggiatura per una serie che sta suscitando interesse in tutto il mondo.

Questo storico albergo – la sua fondazione risale addirittura al 1892 – venne costruito con lo scopo di ospitare i passeggeri dell’iconico “Orient Express”, il treno che collegava Parigi a Istanbul. Non a caso, in molti conoscono il Pera Palas – che si affaccia sul Corno D’Oro, l’estuario dove i fiumi Ailbey e Kagithane confluiscono nel Bosforo – come “il più antico hotel europeo della Turchia“.

L’incredibile attentato al Pera Palas del 1941

Ma ciò che ha conferito notorietà al Pera Palas è, purtroppo, il tragico attentato concretizzatosi nel 1941 all’interno della struttura.

Alle ore 21:35 dell’11 marzo 1941 una bomba ad orologeria nascosta all’interno di una valigia esplose nell’Hotel. Il bilancio fu di 6 morti, 25 feriti e un aborto. Fu subito chiaro che l’attentato non fosse di matrice turca. Le vittime furono principalmente i membri dello staff dell’albergo e gli appartenenti a una delegazione inglese al seguito dell’ambasciatore britannico in Bulgaria, precedentemente stanziati a Sofia, che erano stati costretti a lasciare il Paese visto l’ingresso nella Nazione delle truppe naziste.

La valigia contenente l’ordigno aveva viaggiato con il gruppo inglese da Sofia a Istanbul, con ogni probabilità era stata messa tra i bagagli con l’obiettivo di farla esplodere durante il viaggio.

Incredibilmente, alcuni funzionari britannici, pur essendosi accorti della presenza di due valige che nessuno tra i membri della delegazione inglese reclamava come proprie, non realizzarono la situazione di pericolo, confidando che il legittimo proprietario si fosse semplicemente dimenticato temporaneamente e sarebbe presto saltato fuori.

Soltanto dopo lo scoppio della bomba, uno dei funzionari si ricordò delle valigie e si affrettò a ritrovare la seconda borsa incustodita, che conteneva effettivamente un altro ordigno, poi disinnescato dallo stesso funzionario.

Oggi il ‘Pera Palace‘ è considerato una vera e propria attrazione turistica. In quanto tale, può essere facilmente visitato anche da chi non è ospite pagante della struttura.

2.606 visualizzazioni 56
Chiudi
Caricamento contenuti...