VIDEO
Cerca video
Installa app Contatti
CURIOSITÀ 29 APRILE 2022

L'animale che vive fino a 400 anni: come è possibile

I mari nascondono spesso sorprese a dir poco inaspettate. Sono infatti numerosissime le creature marine con un aspetto stranissimo, per certi versi alieno, almeno ai nostri occhi “umani”. Ma le sembianze non sono sempre la caratteristiche più incredibile delle forme di vita marine.

La vita negli oceani, infatti, si è plasmata seguendo percorsi ben diversi da quelli della terra ferma. Uno degli elementi più eloquenti in tal senso è da individuare nella longevità di diversi animali marini, su tutti, quello che riesce a raggiungere un’età letteralmente impensabile per qualsiasi essere umano – ma anche per qualunque altro animale terrestre – è lo squalo della Groenlandia, che, secondo gli esperti può arrivare a 400 anni di età, cifra che lo rende il vertebrato più longevo al mondo.

I tempi della vita di questa specie sono estremamente dilatati rispetto a quelli degli altri animali, anche per quanto riguarda la maturità sessuale, che le femmine di squalo della Groenlandia raggiungono soltanto dopo i 156 anni di età.

Lo squalo che vive 400 anni (ma forse di più)

L’habitat naturale di questa specie di squalo sono le gelide acque del nord dell‘Oceano Atlantico, che, secondo gli esperti, giocherebbero un ruolo fondamentale nella conservazione dell’organismo e quindi nella longevità dell’animale.

I biologi marini John Steffensen e Julius Nielsen sono riusciti a stimare l’età di degli squali della Groenlandia analizzando il cristallino oculare di alcuni di essi, dove sono presenti piccole quantità di carbonio-14, un isotopo generalmente utilizzato per le datazioni dei reperti archeologici, finito nell’acque dell’Atlantico dopo alcuni test nucleari degli anni ‘60.

Si tratta ovviamente di una stima che potrebbe subire delle correzioni in futuro, ma c’è un elemento su cui gli gli scienziati sembrano tutti concordi: l’effetto di “conservazione” dell’acqua gelida sull’organismo di questi animali, che, rallentando la crescita e le attività biologiche,  può effettivamente allungarne la vita.

Nei secoli scorsi lo squalo della Groenlandia era molto ambito per la caccia, non solo perché abitualmente consumato, previa lunghissima essiccazione, in Islanda e Groenlandia, ma anche e soprattutto perché il suo  fegato era usato come olio per macchine, prima di essere sostituito dai prodotti sintetici.

1.251 visualizzazioni 0
Chiudi
Caricamento contenuti...