VIDEO
Cerca video
Installa app Contatti
CURIOSITÀ 07 LUGLIO 2021

Laurent Simons, dottore in fisica a soli 11 anni: la storia del bimbo prodigio

Laurent Simons è un bambino davvero speciale, la sua è una mente fuori dal comune che gli ha permesso di laurearsi in fisica molto prima del normale percorso accademico. A soli 11 anni, e 12 mesi di studi, è stato proclamato dottore.

Questa storia arriva dal Belgio, e precisamente dall’Università di Anversa. Le sue doti si sono rivelate qualche anno fa, quando a sette anni ha espresso il desiderio di riparare gli organi con la nanotecnologia. Gli atenei di tutto il mondo, adesso, se lo contendono e lo osservano con interesse.

A renderlo speciale è la sua capacità di apprendimento, che già gli ha permesso di arrivare quasi alla laurea in ingegneria elettronica. Chissà ora cosa gli riserva il futuro e quale contributo potrebbe dare alla scienza.

Il suo obiettivo è chiaro e Laurent Simons farà di tutto per realizzarlo. Vuole sostituire con la tecnologia tutte le parti del corpo, così da allungare la vita degli esseri umani. Un dettaglio importante non gli è sfuggito: il collegamento con il cervello verrebbe mantenuto per salvare per sempre la ‘coscienza’ dell’individuo.

Una vita di successi

Il bambino prodigio che ha stupito il mondo intero è originario di Ostenda, una piccola cittadina sulla costa belga. Segni particolari? Un quoziente intellettivo davvero fuori da ogni standard. Nei test ha raggiunto il massimo:145. Tuttavia, secondo gli esperti che hanno analizzato le sue capacità, non si possono stimare con esattezza le sue capacità intellettive con la scala attualmente a disposizione.

Le porte dell’università per lui si sono aperte ad appena 8 anni. Si è iscritto all’ateneo olandese di Eindhoven, alla facoltà di tecnologia, che ha frequentato per circa due anni arrivando a un passo dalla laurea. Ha abbandonato per un disguido sui tempi troppo veloci che ha visto protagonisti il rettore e i genitori. Nonostante ciò, Laurent non ha posto limiti ai suoi obiettivi e ha trovato ugualmente la sua strada.

L’università di Anversa lo ha accolto senza riserve il bambino prodigio, che è diventato il più giovane laureato in Fisica al mondo, senza battere il primato dell’americano Michael Kearney che, nel 1994, si laureò in antropologia a soli 10 anni.

Progetti di ricerca, master post universitario e altri percorsi accademici attendono Simons. Non ci resta che ammirare il raggiungimento del suo prossimo traguardo.

6.646 visualizzazioni 0
Alcuni video presenti in questa sezione sono stati presi da internet, quindi valutati di pubblico dominio. Se i soggetti presenti in questi video o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione, basterà fare richiesta di rimozione inviando una mail a: team_verticali@italiaonline.it. Provvederemo alla cancellazione del video nel minor tempo possibile.
Chiudi
Caricamento contenuti...