VIDEO
Cerca video
Installa app Contatti
SALUTE 18 FEBBRAIO 2022

Lavaggi nasali: perché sono salutari e come farli

I lavaggi nasali sono fra i metodi più efficaci per contrastare raffreddori, riniti e sinusiti negli adulti, per liberare il naso in neonati e bambini e per tenere pulite le fosse dagli allergeni. Ecco come effettuarli correttamente.

 

Le irrigazioni possono essere fatte con l’utilizzo di una sorta di teiera chiamata Lota Neti, con una siringa o utilizzando appositi flaconi venduti in farmacia. Per preparare una soluzione casalinga procedete così: versate 500 ml di acqua bollita in una bottiglia sterilizzata; lasciate intiepidire e aggiungete 1 cucchiaino di sale e 1 di bicarbonato. Agitate e aspirate 5 ml di liquido con la siringa per procedere al lavaggio.

 

In alternativa potete usare: una soluzione preparata con acqua distillata e sale, la classica fisiologica venduta in farmacia, oppure spray, fiale o acqua termale appositi. Il metodo per effettuare i lavaggi è sempre lo stesso: sistematevi sopra il lavandino, inserite nella narice il beccuccio del contenitore scelto, piegate la testa dal lato opposto e premete il pistone affinché la soluzione passi attraverso i seni nasali, entrando dalla narice in alto e fuoriuscendo dall’altra più in basso per effetto della gravità.

 

Questo sistema è perfetto anche nei bambini. Se siete raffreddati, dopo 3-4 lavaggi le narici dovrebbero entrambe liberarsi. Controindicazioni? Il consiglio è quello di non effettuare lavaggi in caso di epistassi e di insorgenza di infiammazioni delle mucose. In ogni caso, non usate soluzioni troppo calde o salate, onde evitare irritazioni e lesioni. Infine, mai utilizzare soluzioni fredde, specialmente dopo interventi chirurgici ai seni nasali.

7.348 visualizzazioni 11
Chiudi
Caricamento contenuti...