Virgilio Video VIDEO Search
HOME arrowDx TECNOLOGIA

Le competenze per il lavoro del futuro, umani insieme ai robot

07 MARZO 2019

Milano (askanews) - I robot non toglieranno il lavoro alle persone, anzi, l'innovazione è e sarà fonte di nuova occupazione. E' quanto emerge dalla ricerca "Humans Wanted: Robots Need You", presentata a Milano da ManpowerGroup in occasione del lancio di Assessment Lab, un laboratorio scientifico che l'azienda ha creato per utilizzare al meglio la tecnologia per valutare le competenze delle persone. Riccardo Barberis, amministratore delegato di ManpowerGroup:

"La nostra ricerca, fatta su oltre 20mila imprese in 44 Paesi, indica chiaramente - ha spiegato ad askanews - che oltre il 90% delle imprese non prevede di diminuire la propria forza lavoro, bensì di mantenerla o aumentarla, proprio perché il vero tema non è che i robot sostituiranno le persone, ma è quali sono le competenze che servono e quindi come l'innovazione può essere seguita da un'innovazione delle competenze".

Alla presentazione del laboratorio ha preso parte anche lo psicologo e docente Tomas Chamorro-Premuzic, Chief Talent Scientist di ManpowerGroup.

"Oggi - ci ha detto - trovare le persone è molto facile, chiunque con un accesso internet può trovare chiunque altro. Tutta le differenze e il valore aggiunto non stanno più al livello del trovare le persone, ma hanno a che fare con il conoscere le persone. Per questo credo che stiamo vivendo tempi molto interessanti, perché la convergenza di scienza da un lato e tecnologia dall'altro ci possono aiutare a conoscere molto bene le persone, anche attraverso interazioni molto rapide".

Assessment Lab è guidato da un team di psicologi ed esperti del lavoro e ha l'obiettivo di combinare le cosiddette hard skills, ossia le competenze tecniche con quelle soft, ossia trasversali.

"Una delle più grandi opportunità per le Risorse umane - ha aggiunto Chamorro-Premuzic - è mettere insieme la scienza che consente di identificare le potenzialità con la pratica e l'arte di preparare le persone. Nel passato erano due settori completamente separati, ora sappiamo che è possibile preparare molto meglio le persone se si insiste sulle loro reali potenzialità".

"Non c'è dubbio che l'innovazione tecnologica è innanzitutto una rivoluzione umana - ha concluso Riccardo Barberis -. Noi sappiamo che usando metodi scientifici, come oggi la tecnologia di assessment permette, la probabilità di scegliere la persona giusta per il ruolo giusto passa dal 50 all'80%. Su questo vogliamo investire perché pensiamo sia importante sia per le persone sia per le aziende".

Il futuro che viene tratteggiato nella cornice magnifica di Villa Necchi Campiglio a Milano è quindi un futuro in cui il lavoro continuerà a esistere, convivendo con la più avanzata tecnologia e la robotica. Un futuro nel quale degli esseri umani continuerà a esserci bisogno.

Trend

guardali tutti

Consigli

guardali tutti

Video più condivisi

  • OGGI
  • SETTIMANA
  • MESE
guardali tutti

Alcuni video presenti in questa sezione sono stati presi da internet, quindi valutati di pubblico dominio. Se i soggetti presenti in questi video o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione, basterà fare richiesta di rimozione inviando una mail a: team_verticali@italiaonline.it. Provvederemo alla cancellazione del video nel minor tempo possibile.

Caricamento contenuti...