VIDEO
Cerca video
Installa app Contatti
SALUTE 15 MARZO 2022

L'esame del sangue che 'prevede' l'infarto

Scopriamo insieme quale esame del sangue è in grado di prevedere l’infarto del miocardio.

 

Può rivelarsi estremamente utile l’esame del dosaggio di troponina, proteina coinvolta nel meccanismo di contrazione del cuore che, in presenza d’infarto, viene rilasciata nel sangue in grandi quantità.

 

Ecco perché, in ospedale, in presenza di sospetto attacco di cuore, i medici non considerano solo sintomi canonici riferiti come dolore toracico e mancanza di respiro, ma sottopongono i pazienti anche ad una serie di test e analisi, fra cui proprio l’esame della troponina.

 

Questo perché, secondo alcune stime, fra i pazienti che si presentano al pronto soccorso lamentando dolore al petto solo 2 su 10 sono effettivamente vittime d’infarto. Insomma, la proteina è un vero e proprio marcatore della sofferenza del miocardio.

 

Va detto che il test che la riguarda non viene eseguito solamente all’accesso in ospedale ma anche nelle 6 ore successive, in quanto i valori della troponina dopo l’eventuale infarto tendono ad aumentare.

 

Fonte: Fondazione Veronesi, Ministero della Salute

22.818 visualizzazioni 0
Chiudi
Caricamento contenuti...