VIDEO
Cerca video
Installa app Contatti
VIRALI 10 AGOSTO 2021

Lo skater che sfida la cecità con numeri da applausi

Si chiama Dan Macina ed è un 34enne skater che si diverte eseguendo board flip e salti senza problemi. Con una particolarità in più: è completamente cieco.

 

A 13 anni a Dan è stata diagnosticata la retinite pigmentosa, una rara malattia genetica che causa la progressiva perdita della vista: così, cinque anni fa Dan è diventato completamente cieco.

 

Tuttavia, questa condizione non gli ha fatto perdere la voglia di continuare a seguire le sue passioni, come lo skate, anche per combattere i pregiudizi della gente.

 

“Sono state le piccole cose che le persone mi hanno fatto in pubblico che mi hanno dato fastidio: sono ancora la stessa persona che ero quando avevo la vista – spiega Dan – Però, perché cammino con un bastone, le persone parlano di me come se non fossi davanti a loro o cercano di aiutarti anche quando non ne hai bisogno. Così a volte, posso ‘sentire’ quando le persone mi guardano in un modo strano e mi sento a disagio“.

 

“Anche per questo ho quindi deciso di mostrare a tutti che la mia vita, almeno per certe cose non è cambiata e posso continuare a coltivare alcune mie passioni, come lo skate, che pratico da quando avevo sette anni”, ha aggiunto Macina

 

Prima di fare skate in un parco, Mancina usa un bastone per esplorare le diverse rampe e angoli e farsi un’idea dell’area, usando anche un beeper o un altoparlante Bluetooth per far rimbalzare i suoni su qualsiasi cosa nell’ambiente, come una strada vicina, accorgendosi così di eventuali pericoli nell’area.

 

Di solito, quando esegue un’acrobazia, Dan inizia sempre dalla stessa zona in modo da familiarizzare con gli ostacoli circostanti.

 

“Ho una mappa mentale dell’area e di dove mi trovo e uso tutti i miei sensi – ha spiegato – Comincio nello stesso punto per ogni trick che faccio, quindi ho un’idea di dove sono e in quale direzione sto andando”.

 

“Ogni punto ha un paesaggio unico che puoi usare, che si tratti di una crepa o di qualcosa che sporge nel terreno per capire dove ti trovi: anche un lampione ronzante o il rumore della strada possono darmi una direzione”.

 

“Cerco sempre di migliorarmi e di spingermi sempre più in là: ho determinati obiettivi che voglio raggiungere. Un giorno voglio girare un video completo di skateboard senza tagli, questo è davvero il mio obiettivo.”

 

Mancina è amico intimo di altri skateboarder ciechi nella comunità, tra cui Justin Bishop e Nick Mullins, e si è anche qualificato per il Dew Tour, una competizione che porta i migliori skateboarder, snowboarder e sciatori del mondo a competere per una medaglia e un titolo internazionale.

Video tratto da: Reuters

4.265 visualizzazioni 256
Chiudi
Caricamento contenuti...