Virgilio Video VIDEO Search
HOME arrowDx CURIOSITÀ

Lo strano caso di Edward Mordake, l'uomo con due volti

07 MAGGIO 2018 71.441 visualizzazioni

Prima dell'evoluzione delle scoperte medico-scientifiche, le anomalie biologiche e le malformazioni erano viste come un fenomeno sovrannaturale e misterioso.

Lo strano caso di Edward Mordake, passato alla storia come l'uomo con due volti, lo conferma molto bene.

Edward, infatti, è nato con due facce, malformazione riconducibile ad una condizione clinica nota come Diprosopus, secondo la quale la persona che ne è afflitta ha delle caratteristiche facciali aggiuntive, come un naso o un orecchio in più.

In rare situazioni, tuttavia, come può essere stata quella di Edward, la deformità si può estendere a una vera e propria faccia in più.

Edward è stato oggetto, per merito del suo secondo volto, di storie e leggende metropolitane sinistre ed inquietanti.

Si diceva, infatti, che l'uomo avesse un'indole buona e pacifica, ma che il suo secondo volto gli sussurrasse cose terrificanti.

Nessun medico ha accettato di aiutare l'uomo a sbarazzarsi della sua seconda faccia e per questo, Edward ha avuto una sola unica ulteriore richiesta: quella di distruggerla una volta morto, in modo da non esserne tormentato nell'aldilà.

Non ci sono reperti fotografici di Edward, ma un artista ha replicato con un modellino di cera il suo volto, dando ai posteri un'idea di come potesse essere fatto.

Non si sa se la malformazione di Edward sia esistita veramente, ma la presenza nella letteratura medica di Diprosopus accertati e verificati è un punto a favore della veridicità di questo caso straordinario.

Trend

guardali tutti

Fai da te

guardali tutti

Video più condivisi

  • OGGI
  • SETTIMANA
  • MESE
guardali tutti

Alcuni video presenti in questa sezione sono stati presi da internet, quindi valutati di pubblico dominio. Se i soggetti presenti in questi video o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione, basterà fare richiesta di rimozione inviando una mail a: team_verticali@italiaonline.it. Provvederemo alla cancellazione del video nel minor tempo possibile.

Caricamento contenuti...