VIDEO
Cerca video
Installa app Contatti
CURIOSITÀ 13 AGOSTO 2022

Lo strano fenomeno che sta colpendo la terra: cosa può accadere

La Terra gira più veloce rispetto a qualche anno fa. A dirlo è la scienza, ma per comprendere al meglio la situazione e le possibili conseguenze è necessario fare un passo indietro.

Il 29 giugno 2022 il nostro pianeta ha impiegando 1,59 millesimi di secondo in meno per completare la rotazione su stessa. In altre parole, seppur in maniera impercettibile agli esseri umani, la giornata è stata più corta e la rotazione terrestre più veloce.

La variazione è stata però ampiamente registrata dagli orologi atomici, suscitando commenti di vario genere, sia tra gli esperti che tra i semplici curiosi. Non avrebbe potuto essere altrimenti, d’altronde, il fatto che la Terra giri più veloce rispetto al normale non può che colpire l’attenzione di chiunque.

La terra gira più veloce? Cosa dice la scienza

Bisogna però precisare che non si tratta di un evento unico. Anzi, per certi versi è normale, dato che ci sono sempre state piccole variazioni nei tempi impiegati dalla Terra per compiere una rotazione completa.

Fino al 2016 è stato infatti registrato un lieve rallentamento, nel 2020 il trend ha iniziato a invertirsi. In altre parole la Terra gira più veloce dal 2020.

Il tempo impiegato per la rotazione del 29 giugno 2022 –  1,59 millesimi di secondo in meno rispetto alle 24 ore – è al momento il più breve mai registrato, da qui il clamore e la grande diffusione della notizia, soprattutto online.

Le cause di questo fenomeno di accelerazione non sono ancora state spiegate dalla scienza. Sul tavolo ci sono diverse ipotesi: dallo scioglimento dei ghiacci all’Oscillazione di Chandler, nulla di concreto è stato però realmente dimostrato. Ma se effettivamente la Terra gira più veloce rispetto agli scorsi anni, quali conseguenze potrebbero andarsi a determinare?

Secondo due noti ingegneri di Meta, Oleg Obleukhov e Ahmad Byagowi, potrebbero manifestarsi problemi significativi per alcuni sistemi informatici. Si tratta di disfunzioni in realtà già presenti, relative per lo più alla precisione dei sistemi Gps, che potrebbero però drasticamente peggiorare.

La Terra gira più veloce: l’allarme degli scienziati di Meta

Ormai Meta è un’azienda proiettata nel Metaverso. I suoi ingegneri hanno fatto sapere che per correggere il problema sarebbe necessaria la risincronizzazione degli orologi su scala globale. Si tratta di una pratica già attuata in passato, seppur con una differenza fondamentale.

Dal 1972 viene aggiunto un secondo ogni 1- 4 anni. Il problema è che ora la Terra gira più veloce rispetto alle 24 ore, mentre prima girava più lentamente. Di conseguenza, per risincronizzare gli orologi del mondo sarà necessario fare qualcosa di inedito: sottrarre tempo anziché aggiungerlo.

Il “secondo in più” viene aggiunto solitamente il 30 giugno o il 31 dicembre. Purtroppo, al momento, sul tema regna l’incertezza anche tra gli scienziati. Di fatto, ora come ora non abbiamo idea di cosa potrebbe accadere se si dovesse “correggere il tempo” applicando una sottrazione. Secondo qualcuno potrebbe addirittura verificarsi il Y2K bug, o “millenium bug”, il disastro annunciato – fortunatamente mai avvenuto – che avrebbe dovuto mandare in tilt i sistemi informatici di mezzo mondo.

Queste le parole presenti nel comunicato pubblicato dai ricercatori di Meta: “Ci sono problemi ogni volta che viene introdotto un secondo intercalare. Dato che l’impatto di un secondo intercalare negativo non è mai stato testato su larga scala, potrebbe avere un effetto devastante sui software che si basano su timer (come ad esempio quelli per migliorare la sicurezza, ndr) o strumenti di pianificazione”.

27.613 visualizzazioni 85
Chiudi
Caricamento contenuti...