VIDEO
Cerca video
Installa app Contatti
SALUTE 11 MARZO 2021

Ma le padelle antiaderenti sono sicure?

Da decenni gli scienziati si domandano se le padelle antiaderenti siano sicure o meno per cucinare; a provare a fare chiarezza, ora, è la dottoressa Suzanne Fenton, endocrinologa riproduttiva presso il National Institutes of Environmental Health Sciences nel North Carolina.

 

 

Il teflon, conosciuto anche come politetrafluoroetilene (PTFE), è la plastica utilizzata per rivestire pentole e padelle di metallo per rendere la loro superficie scivolosa e facile da pulire. Secondo gli esperti, il PTFE, di per sé, non è tossico; la preoccupazione subentra quando la pentola si surriscalda, portando alla disintegrazione del rivestimento. Di particolare interesse, poi, è se vi sia o meno, nella composizione della padella, la presenza di acido perfluoroottanoico (PFOA): in questo caso, un’esposizione prolungata potrebbe portare a patologie gravi, dal cancro a malattie della tiroide.

 

 

Lo dice anche il sito dell’Airc, affermando che “il rivestimento antiaderente (…) non è associato di per sé a un aumento del rischio di (…) cancro (…), almeno quando la cottura avviene senza che si raggiungano temperature troppo elevate e mantenendo integra la superficie. La potenziale pericolosità dei tegami antiaderenti è legata alla presenza (…) dell’acido perfluoroottanoico (PFOA)”.

 

Non tutti i ricercatori sono convinti che le persone debbano preoccuparsi del teflon: Kyle Steenland, professore di salute ambientale presso la Emory University di Atlanta, sostiene che, in generale, le padelle antiaderenti non sono pericolose. Cosa fare, quindi, nel dubbio? Utilizzare le padelle antiaderenti a fuoco medio basso, cambiarle ogni volta che si rovinano e non usare utensili che possano graffiarle.

 

 

L’Airc, a tal proposito, ribadisce che “pentole e padelle con rivestimento antiaderente, soprattutto quelle (…) realizzate nel rispetto delle normative vigenti, non sono pericolose per la salute, a patto che vengano utilizzate in modo adeguato”. Tuttavia, in presenza di donne incinte o che allattano e di bambini, si consiglia d’optare per pentole antiaderenti teflon e PFOA Free. Il PFOA, considerato interferente endocrino, è legato proprio a problemi nello sviluppo dei più piccoli, ed è associato anche ad obesità, diabete, scarsa qualità dello sperma e cicli mestruali irregolari.

2.426 visualizzazioni 2
Alcuni video presenti in questa sezione sono stati presi da internet, quindi valutati di pubblico dominio. Se i soggetti presenti in questi video o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione, basterà fare richiesta di rimozione inviando una mail a: team_verticali@italiaonline.it. Provvederemo alla cancellazione del video nel minor tempo possibile.
Chiudi
Caricamento contenuti...