Virgilio Video VIDEO Search
HOME arrowDx NOTIZIE

Mascherine a 50 centesimi, i tabaccai: un servizio alla gente

Se condividi l'articolo su Facebook guadagni crediti vip su Libero Cashback Risparmia con lo shopping online: a ogni acquisto ti ridiamo parte di quanto spendi. E se accumuli crediti VIP ottieni rimborsi più alti!
26 MAGGIO 2020

Roma, 26 mag. (askanews) - Le mascherine a prezzi calmierati cominciano ad essere presenti nelle tabaccherie italiane. Il processo è il seguente: il tabaccaio le ordina, in quantitativo desiderato e con pagamento in contrassegno, tramite app o sistema telematico alla Federazione Italiana Tabaccai che, nel giro di pochi giorni le fa arrivare in sede. L'ordine può essere di 500, 1.000 o 2.000 pezzi per consentire agli esercenti di tutta Italia di aderire. Al momento sono oltre 20mila le rivendite già rifornite di mascherine chirurgiche certificate.

Mascherine che, contrariamente ai prezzi spropositati dell'inizio della pandemia, ora possono essere acquistate al prezzo stabilito dal governo: 50 centesimi esenti da IVA.

Daniele Salvi è presidente provinciale di Arezzo della Federazione Italiana Tabaccai: "Questo è un servizio che svolgiamo e lo svolgiamo in maniera solidale. Siamo una rete dello stato e ci sentiamo di offrire il servizio sociale che la comunità richiede. Come siamo stati aperti durante tutto il periodo di emergenza Coronavirus, abbiamo accolto bene l'iniziativa della nostra Federazione nella distribuzione alla nostra cittadinanza di un bene che in questo momento è primario".

Qui siamo in una tabaccheria di Milano: "Le stiamo vendendo, i clienti le richiedono, arrivano regolarmente, a parte un po' di ansia iniziale ora stanno arrivando e i clienti le acquistano a seconda delle necessità. Non devono fare delle grandi scorte, perché adesso iniziano ad esserci".

Qui invece in una tabaccheria a nord di Roma: "Le vendevamo anche prima, solo che il prezzo era in funzione a quanto si pagavamo, io le mettevo a 1,60. Adesso speriamo di averle il prima possibile per soddisfare la nostra clientela".

Tante le richieste anche in Toscana. "La gente, come abbiamo affisso il cartello, si è piombata. Sono pacchetti da 10, non possiamo venderle sfuse. È un servizio che diamo e ci fa piacere, così almeno la gente evita la farmacia o altre rotture di scatole. Secondo me è una cosa positiva".

Il margine di "guadagno" è davvero poco. Ma i tabaccai, dicono, ci sono abituati: "Il settore del tabaccaio è un settore in cui il margine è bassissimo in tutti i prodotti, quindi la maggior parte dei tabaccai non si stupisce, e poi ora questo non è un prodotto per fare cassa. Poi prima o poi ricominciamo a guadagnare, ma adesso ricominciamo a vivere".

Trend

guardali tutti

Emozioni

guardali tutti

Video più condivisi

  • OGGI
  • SETTIMANA
  • MESE
guardali tutti

Alcuni video presenti in questa sezione sono stati presi da internet, quindi valutati di pubblico dominio. Se i soggetti presenti in questi video o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione, basterà fare richiesta di rimozione inviando una mail a: team_verticali@italiaonline.it. Provvederemo alla cancellazione del video nel minor tempo possibile.

Caricamento contenuti...