VIDEO
Cerca video
Installa app Contatti
CURIOSITÀ 22 OTTOBRE 2021

Mettere il sale prima che l'acqua bolla è sbagliato? Risponde la scienza

Mettere il sale prima che l’acqua della pasta bolla è sbagliato? Va messo prima o dopo l’aver messo la pasta in acqua? A queste domande che spesso dividono sui social e nella vita risponde la scienza. C’è in realtà anche una formula specifica che ci permette di capire quando è il momento giusto per aggiungere il sale.

Sale per la pasta: cosa succede nell’acqua?

La prima cosa da sapere è che l’acqua salata bolle ad una temperatura più elevata di quella senza aggiunta di sale. Questo significa che, se si aggiunge il sale prima che l’acqua sia arrivata a bollore, si rischia di aspettare più a lungo per il momento in cui si potrà buttare la pasta. Questo fenomeno, causato dal sale, si chiama innalzamento ebullioscopico, ovvero del punto di ebollizione ed è una della 4 proprietà colligative delle soluzioni, ben note agli scienziati. La cosa particolare di questa proprietà però è l’effetto che ha sulla pasta, una volta messa nell’acqua. Sembra infatti che questa dovrebbe cuocersi prima, trovandosi immersa in un’acqua ad una temperatura più alta di 100°C.

Sale nell’acqua della pasta: la formula per capire quando buttarla

In realtà esiste una vera e propria formula per calcolare quale sia la temperatura che l’acqua raggiunge una volta messo il sale. Si legge così: Teb, soluzione – Teb, liquido puro = keb x m. Si tratta della differenza tra la temperatura di ebollizione dell’acqua e quella del solvente puro (ovvero il sale). Il risultato è keb è una costante che dipende dal liquido solvente e m una misura della concentrazione chiamata molalità. La cosa interessante è che nulla cambia se decidiamo di aggiungere la stessa quantità di zucchero o farina nell’acqua. Il principio è sempre uguale, perché conta il numero di particelle disciolte che fanno rallentare il bollore dell’acqua. Il motivo? Anche questo lo spiega la scienza: l’aggiunta di un solvente di qualche tipo ritarda la capacità del liquido di evaporare, una proprietà conosciuta anche come ‘Tensione di vapore’.

Quando va messo quindi il sale?

In realtà non c’è differenza tra mettere il sale prima o dopo l’ebollizione dell’acqua, perché anche se il composto acqua/sale ci mette di più ad evaporare, la temperatura superiore dell’acqua cuoce più in fretta la pasta. Ma c’è un ultimo fattore da considerare: la tenuta della pentola. Mettendolo infatti quando l’acqua è ancora fredda, il sale si depositerà sul fondo intaccando la superficie e con l’andare del tempo rovinando la pentola. Meglio quindi essere prudenti e versare il sale una volta raggiunto il bollore.

37.137 visualizzazioni 36
Alcuni video presenti in questa sezione sono stati presi da internet, quindi valutati di pubblico dominio. Se i soggetti presenti in questi video o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione, basterà fare richiesta di rimozione inviando una mail a: team_verticali@italiaonline.it. Provvederemo alla cancellazione del video nel minor tempo possibile.
Chiudi
Caricamento contenuti...