VIDEO
Cerca video
Installa app Contatti
CURIOSITÀ 07 AGOSTO 2022

Minuscole ma geniali, chi sono

Sono minuscole, instancabili e tra gli animali più piccoli del mondo, non solo: le formiche pare siano anche geniali e il loro comportamento potrebbe essere influenzato da decisioni ben ponderate, frutto di un vero e proprio ragionamento. Una coppia di ricercatori della Rockefeller University ha scoperto che il comportamento di questi piccoli insetti è infatti influenzato da decisioni prese collettivamente.

Le formiche e il loro comportamento geniale

Lo studio è stato pubblicato su PNAS e si è basato su una decisione ben precisa: cosa fare quando fa troppo caldo? Quand’è il momento giusto per abbandonare il nido? Per capire il loro modo di prendere decisioni, i ricercatori hanno ricostruito un nido artificiale con temperatura controllabile dall’esterno: le colonie di formiche che lo hanno abitato hanno reagito alla temperatura, prendendo la decisione di gruppo di abbandonarlo al momento più opportuno, agendo di fatto come un cervello.

Raggiunta la soglia di 36 gradi centigradi, la colonia di formiche formata da 36 operaie e 18 larve ha abbandonato il nido, mentre il gruppo di 200 operaie e 100 larve ha resistito oltre i 36 gradi, successivamente anche loro però sono giunte alla stessa conclusione e hanno lasciato il loro habitat, in cerca di un altro rifugio considerato vivibile.

Le formiche agiscono formulando un ragionamento collettivo:

  1. sono state influenzate da un fattore esterno
  2. hanno ragionato di gruppo su cosa fare
  3. hanno deciso di abbandonare il nido, rispettando le gerarchie naturali che fanno parte delle colonie, attraverso le quali è stata influenzata la decisione di tutto il gruppo.

Già è noto che le formiche conoscono la fisica e la usano per scavare i tunnel: comunicano tra di loro grazie alle antenne, che reagiscono proprio quando vengono a contatto con sostanze chimiche, vibrazioni delle superfici su cui camminano e correnti d’aria.

Una colonia di formiche si comporta come un cervello

Il loro comportamento è stato paragonato proprio a quello del cervello (sai come funziona?): ogni formica equivale a un neurone. Ora i ricercatori vogliono capire come e perché la dimensione della colonia influenza le decisioni prese collettivamente. Quale condizione ha portato la colonia più piccola ad abbandonare prima il nido rispetto a quella più grande?

“Al momento siamo riusciti a perturbare il sistema e misurarne le conseguenze con precisione. L’obiettivo finale è riuscire a fare ingegneria inversa per capire come funziona precisamente tutto il sistema” ha dichiarato uno dei due ricercatori, Daniel Kronauer.

3.722 visualizzazioni 31
Chiudi
Caricamento contenuti...