Virgilio Video VIDEO Search
HOME arrowDx NOTIZIE

Myanmar, corte Aja: misure per fermare il genocidio dei Rohingya

Se condividi l'articolo su Facebook guadagni crediti vip su Libero Cashback Risparmia con lo shopping online: a ogni acquisto ti ridiamo parte di quanto spendi. E se accumuli crediti VIP ottieni rimborsi più alti!
23 GENNAIO 2020

L'Aja, 23 gen. (askanews) - In Birmania, l'odierno Myanmar è in corso un vero e proprio genocidio e misure d'emergenza devono essere predisposte dalle autorità locali per porre fine alla campagna contro i musulmani Rohingya. Lo ha stabilito la Corte internazionale di giustizia dell'AjA.

Il gruppo di 17 giudici ha sostenuto all'unanimità di imporre

provvedimenti sul Myanmar per garantire che i militari non

commettano atti di genocidio e adottino misure per prevenire

uccisioni e gravi danni ai Rohingya.

Il Paese è stato condannato a conservare qualsiasi prova di reati che possa essere utilizzata dalla corte in successive udienze e a riportare al tribunale tutte le misure che gli è stato ordinato di prendere entro quattro mesi. Dovrà quindi riferire ogni sei mesi mentre il dossier procede di fronte alla corte di più alto grado delle Nazioni Unite.

Il tribunale ha aggiunto che il suo ordine è vincolante e "crea obblighi legali internazionali" per il Myanmar. Gli attivisti e le associazioni per la tutela dei diritti umani hanno espresso grande soddisfazione per questo verdetto.

Migliaia di musulmani Rohingya nello stato birmano di Rakhine, sono stati uccisi e oltre 700mila sono fuggiti nel vicino Bangladesh durante una sanguinaria repressione dell'esercito nel Paese a maggioranza buddista, nel 2017.

Trend

guardali tutti

Buono a sapersi

guardali tutti

Video più condivisi

  • OGGI
  • SETTIMANA
  • MESE
guardali tutti

Alcuni video presenti in questa sezione sono stati presi da internet, quindi valutati di pubblico dominio. Se i soggetti presenti in questi video o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione, basterà fare richiesta di rimozione inviando una mail a: team_verticali@italiaonline.it. Provvederemo alla cancellazione del video nel minor tempo possibile.

Caricamento contenuti...