VIDEO
Cerca video
Installa app Contatti
NOTIZIE 07 GENNAIO 2021

Nasce il sindacato di Google: "Vogliamo dar voce agli impiegati"

New York, 7 gen. (askanews) - Si chiama Alphabet Workers Union, raccoglie circa 500 dipendenti di Google, ed è il primo sindacato nella storia delle aziende tech della Silicon Valley, nato "per dar voce" e tutelare gli impiegati, ha spiegato Chewy Saw, ingegnere di Google e vice presidente del nuovo sindacato interno alla Big G.

"Tutto ciò che ci viene detto è di attuare delle decisioni e quando scopriamo che queste non sono conformi ai valori che abbiamo concordato con l'azienda, ci viene detto che dobbiamo andarcene. A questo punto stiamo cercando di creare un'organizzazione solida che combatta continuamente per i valori dell'azienda", ha spiegato.

Il sindacato nasce in un momento di tensione dopo che una dipendente afroamericana che si occupava di intelligenza artificiale, Timnit Gebru, è stata licenziata per aver criticato in una mail interna alcune discriminazioni collegate ad alcuni programmi del gigante tech. Da mesi vanno avanti crescenti richieste dei dipendenti di Google di rivedere le politiche aziendali in materia di retribuzione, molestie e questioni etiche. E questo ha accelerato il processo di formazione, in gran segreto, dell'organizzazione dei lavoratori a Mountain View.

"In questo momento meno della metà del personale fa parte dei privilegiati della compagnia. Io sono un ingegnere informatico, dipendente a tempo pieno, e ho una serie di benefits. Ma oggi la maggior parte delle persone che lavora a Google non ha questi vantaggi. Si tratta di autonomi che l'azienda non tratta con la stessa dignità rispetto ai salariati", ha aggiunto Saw.

"Quindi noi vogliamo far tutto il possibile per rendere il nostro posto di lavoro più giusto. Non vogliamo due classi di lavoratori, una privilegiata e un'altra no"

Ad oggi, in una settimana, hanno aderito al sindacato già oltre 500 persone. E l'obbiettivo è rappresentare la quasi totalità dei lavoratori Google.

0
Alcuni video presenti in questa sezione sono stati presi da internet, quindi valutati di pubblico dominio. Se i soggetti presenti in questi video o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione, basterà fare richiesta di rimozione inviando una mail a: team_verticali@italiaonline.it. Provvederemo alla cancellazione del video nel minor tempo possibile.
Chiudi
Caricamento contenuti...