Virgilio Video VIDEO Search
HOME arrowDx NOTIZIE

'Ndrangheta e gestione rifiuti: 13 indagati a Reggio Calabria

Se condividi l'articolo su Facebook guadagni crediti vip su Libero Cashback Risparmia con lo shopping online: a ogni acquisto ti ridiamo parte di quanto spendi. E se accumuli crediti VIP ottieni rimborsi più alti!
09 GIUGNO 2020

Milano, 9 giu. (askanews) - Bufera sulla società che si occupa della gestione dei rifiuti a Reggio Calabria, oltre che della rete stradale della Città Metropolitana. Per la Avr s.p.a., che ha impianti e appalti in diverse regioni italiane, è stata disposta l'amministrazione giudiziaria, insieme con altre due società, in seguito ad una indagine dei Carabinieri del Comando Provinciale di Reggio Calabria con l'aiuto del Reparto Operativo Carabinieri per la Tutela Ambientale di Roma e il coordinamento della direzione distrettuale antimafia di Reggio Calabria.

13 gli indagati fra cui due dipendenti di Avr per il delitto di concorso esterno in associazione mafiosa, 8 amministratori pubblici di varie istituzioni reggine, fra cui il vicesindaco del Comune di Reggio Calabria, e l'assessore ai trasporti della Regione, tutti indagati a vario titolo, in concorso con l Amministratore delegato ed altri responsabili della Avr.

Secondo gli inquirenti la società aveva stabili rapporti con imprenditori appartenenti o collegati a cosche di 'ndrangheta, ne agevolava le imprese, operando "col gradimento delle cosche" e garantendo "la prosecuzione ed espansione di tali sistemi di potere che governano il territorio". Una "permeabilità "non solo "agli interessi mafiosi" sostengono gli inquirenti ma anche a quelli "della cosiddetta cattiva politica", grazie a rapporti di scambio con amministratori pubblici che così ottenevano consenso elettorale anche tramite assunzioni mirate e una gestione clientelare delle politiche aziendali.

Trend

guardali tutti

Emozioni

guardali tutti

Video più condivisi

  • OGGI
  • SETTIMANA
  • MESE
guardali tutti

Alcuni video presenti in questa sezione sono stati presi da internet, quindi valutati di pubblico dominio. Se i soggetti presenti in questi video o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione, basterà fare richiesta di rimozione inviando una mail a: team_verticali@italiaonline.it. Provvederemo alla cancellazione del video nel minor tempo possibile.

Caricamento contenuti...