ASKANEWS NEWS PUBBLICATO il

Nei laboratori Infn di Frascati caccia al fotone oscuro con Padme

Roma, (askanews) - Nei Laboratori Nazionali di Frascati dell'Istituto nazionale di fisica nucleare (Infn) è partita con Padme la caccia al fotone oscuro. L'esperimento è stato inaugurato oggi in occasione del passaggio dalla fase di test a quella di presa dati con una cerimonia durante la quale è stato possibile vedere da vicino le tecnologie su cui si basa Padme, dall'acceleratore lineare alla sala sperimentale fino alla sala di controllo dove è stato dato il via ufficiale alla Run 1.

L'ipotesi su cui si basa Padme è che esista un nuovo tipo di forza in grado di connettere la materia oscura - ancora sconosciuta e che si stima componga circa l'80% di tutta la materia dell'universo - con il nostro mondo e che andrebbe ad aggiungersi alle quattro forze fondamentali che conosciamo (gravitazionale, elettromagnetica, nucleare forte e nucleare debole). A questa nuova forza sarebbe associata una particella- messaggero, appunto il fotone oscuro a cui dà la caccia Padme, come spiega il ricercatore Infn e co-spokesperson dell'esperimento Paolo Valente:

L'esperimento Padme che parte oggi è un esperimento pensato per cercare una particella particolare, che metterebbe in collegamento la materia ordinaria con la materia oscura, che noi chiamiamo fotone oscuro. Che avrebbe più o meno le stesse caratteristiche dei fotoni ordinari ma che interagisce molto poco con la materia ordinaria. Quindi noi cerchiamo un particolare modello di materia oscura più leggera rispetto a quello cercato nei grandi acceleratori e che possiamo produrre tramite l'interazione di antielettroni con gli elettroni di un bersaglio in un acceleratore lineare qui a Frascati, di bassa energia".

"Oggi comincia un periodo di presa dati che durerà qualche mese, fino alla primavera 2019 e poi dovremo analizzare con attenzione tutti i nostri dati. Per la fine del 2019 - prosegue Valente - ci auguriamo di avere una prima risposta. Che, eventualmente, potrebbe essere il fatto che questa particella non esiste fino a una massa di circa MEV. La prospettiva quindi nel caso - conclude Valente - è di ripetere l'esperimento con un acceleratore di più alta energia che potrebbe essere il sincrotrone di Cornell negli Stati Uniti con cui stiamo collaborando".

video trend

  1. BUONO A SAPERSI
    Come calcolare il reddito di cittadinanza, il simulatore ideato dall'INPS

    Come calcolare il reddito di cittadinanza, il simulatore ideato ...

    01:42
  2. NEWS
    Varata a Castellammare la nave 'Trieste' della Marina militare

    Varata a Castellammare la nave "Trieste" della Marina militare

    01:42
  3. INTRATTENIMENTO
    Crozza Feltri 'Il Papa è argentino, il Cardinale è polacco, praticamente la Chiesa è comandata da extracomunitari'

    Crozza Feltri "Il Papa è argentino, il Cardinale è polacco, ...

    01:46
  4. VIP
    Lontana dalla Rai e immersa nella campagna: la casa country di Antonella Clerici

    Lontana dalla Rai e immersa nella campagna: la casa country di ...

    01:21
  5. VIP
    Gabriel Garko: da ex a testimone di nozze per Eva Grimaldi

    Gabriel Garko: da ex a testimone di nozze per Eva Grimaldi

    01:26
  6. VIRALI
    Conto alla rovescia per Mara Venier a 'Domenica In'

    Conto alla rovescia per Mara Venier a "Domenica In"

    00:21
  7. VIRALI
    Incendio a Roma: ragazzo sul cornicione salvato dai pompieri

    Incendio a Roma: ragazzo sul cornicione salvato dai pompieri

    01:59
  8. VIRALI
    Bagno da brividi: lo squalo segue il nuotatore

    Bagno da brividi: lo squalo segue il nuotatore

    01:00
  9. NEWS
    Europee: il trionfo di Nigel Farage, ma la Brexit resta in salita

    Europee: il trionfo di Nigel Farage, ma la Brexit resta in salita

    02:09
  10. VIRALI
    Il gattino è pauroso: ci pensa mamma gatta (impaziente)

    Il gattino è pauroso: ci pensa mamma gatta (impaziente)

    00:17
VEDI TUTTI

News

Consigli

#green

Video più condivisi

OGGI SETTIMANA MESE TUTTI I VIDEO

Alcuni video presenti in questa sezione sono stati presi da internet, quindi valutati di pubblico dominio. Se i soggetti presenti in questi video o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione, basterà fare richiesta di rimozione inviando una mail a: team_verticali@italiaonline.it. Provvederemo alla cancellazione del video nel minor tempo possibile.

seguici su
VIDEO