Virgilio Video VIDEO Search
HOME arrowDx EMOZIONI

Noah, il bambino nato 'senza cervello'

Se condividi l'articolo su Facebook guadagni crediti vip su Libero Cashback Risparmia con lo shopping online: a ogni acquisto ti ridiamo parte di quanto spendi. E se accumuli crediti VIP ottieni rimborsi più alti!
11 GIUGNO 2020 14.412 visualizzazioni

Ecco l’incredibile storia di Noah, il bambino nato ‘senza cervello‘.  Quando venne al mondo i medici dissero che non sarebbe sopravvissuto, a causa di una condizione patologica chiamata idrocefalo, nota già da prima della sua nascita e dovuta ad una quantità eccessiva del liquido cefalo-rachidiano, elemento che – se nella norma – permette il galleggiamento del cervello, proteggendolo e veicolando le sostanze nutritive.

L’idrocefalo porta ad un ingrossamento della testa, e ad uno schiacciamento del cervello che, per questo, non si sviluppa correttamente. Alla madre fu consigliato, in più di un’occasione, di interrompere la gravidanza, ma la donna non prese neanche per un istante in considerazione l’idea di negare la vita al figlio, nonostante tutto e tutti. Non fu, quindi, una sorpresa per lei scoprire, al parto, che il piccolo aveva solo il 2% del cervello sviluppato.

 

I genitori decisero comunque di provare a curarlo in ogni modo, sottoponendolo a diversi interventi chirurgici. Miracolosamente, il bambino continuò a crescere, e così fece anche quel piccolo cervello.

 

Mamma e papà, oggi, definiscono straordinario il suo percorso; e a chi domanda perché abbiano voluto portare avanti la gravidanza rispondono che non hanno mai smesso di voler regalare al bimbo una vita normale.

 

Emozionante è il racconto del parto: in sala operatoria c’erano 12 dottori, pronti a gestire la venuta al mondo di Noah, che appena nato ha lanciato un urlo come a dire “eccomi, sono qui, ci sono e sono vivo!”.

 

Ora ha 7 anni, sa parlare, leggere, scrivere e contare, progressi dovuti ad una clinica australiana che combina efficacemente fisioterapia e allenamento cognitivo per “allenare il cervello”.

 

Secondo il neurochirurgo Claire Nicholson, del Great North Children’s Hospital di Newcastle, la capacità del cervello di “correggere” il sistema nervoso del corpo è incredibile, come sta dimostrando questo bimbo eccezionale.

 

E mentre Noah sorride alla vita, i suoi genitori sono certi che un giorno potrà davvero camminare.

 

Trend

guardali tutti

Virali

guardali tutti

Video più condivisi

  • OGGI
  • SETTIMANA
  • MESE
guardali tutti

Alcuni video presenti in questa sezione sono stati presi da internet, quindi valutati di pubblico dominio. Se i soggetti presenti in questi video o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione, basterà fare richiesta di rimozione inviando una mail a: team_verticali@italiaonline.it. Provvederemo alla cancellazione del video nel minor tempo possibile.

Caricamento contenuti...