VIDEO
Cerca video
Installa app Contatti
BUONO A SAPERSI 17 GENNAIO 2022

Olio di frittura, 5 usi alternativi che forse non conoscevi

La cucina italiana è sicuramente tra le più apprezzate al mondo con i suoi piatti colorati e gustosi. Tra i metodi di cottura solitamente utilizzati c’è però il fritto che permette di ottenere deliziose pietanze ma può essere un problema nel momento in cui deve essere smaltito. Vogliamo quindi suggerirvi 5 usi alternativi per utilizzare l’olio delle vostre fritture, senza così inquinare l’ambiente o doverlo portare presso le isole ecologiche

I 5 metodi di riutilizzo 

  1. Lubrificare le attrezzature per il fai-da-te. Tra i primi utilizzi che si possono fare c’è quello di utilizzare l’olio per lubrificare le attrezzature che si possiedono in casa e che possono aver bisogno di un po’ di olio negli ingranaggi. In questo periodo può essere utile oliare ad esempio la pala da neve oppure nel periodo estivo potremmo utilizzarlo nel tagliaerba.

2. Combustibile per lampade a olio. Un’altro utilizzo forse un po’ meno comune e riservato solo a chi le possiede è quello del combustibile per le lampade ad olio, che nonostante quanto si possa pensare sono ancora tutt’oggi utilizzate. In questo caso l’olio della nostra frittura verrà inserito nella lampada e sarà un combustile come gli altri.

3. Combustibile biodisel. L’olio della nostra frittura è in molti casi richiesto da molte amministrazioni che lo raccolgono e lo trasformano in carburante biodegradabile non tossico.

4. Pre e post depilazione. Altro ottimo utilizzo dell’olio è quello di adoperarlo per la pelle prima e dopo la depilazione. Nella fase iniziale si prepara infatti la pelle al processo, unendo l’olio a dello zucchero di canna per fare un leggero scrub. Nella fase finale invece, si sa che sia con il rasoio che con la ceretta, l’epidermide subisce comunque un piccolo trauma e quindi utilizzando l’olio andremo a lenire fastidiose irritazioni e bruciori. Un ottimo suggerimento è quello di aggiungerci qualche goccia di olio essenziale di lavanda o quello di bergamotto (qui vi raccontiamo i 4 modi in cui utilizzarlo al meglio). Infine con l’olio andremo anche a togliere i fastidiosi residui della ceretta.

5. Sapone. L’olio della frittura può infine essere utilizzato per creare dei profumatissimi saponi. Per farlo è sufficiente avere del sapone di Marsiglia in scaglie un olio essenziale profumato e dell’acqua distillata. Dopo aver sciolto tutto e frullato in un mixer il composto, basterà metterlo negli appositi stampini ed attendere che si addensi.

Con questi semplici consigli potrete riutilizzare il vostro olio senza preoccuparvi di inquinare o di come smaltirlo.

7.031 visualizzazioni 30
Chiudi
Caricamento contenuti...