VIDEO
Cerca video
Installa app Contatti
CURIOSITÀ 28 APRILE 2022

Partner anaffettivo, come riconoscerlo e gestirlo

Le relazioni sentimentali hanno infinite sfaccettature e l’accettazione di ogni parte del partner è fondamentale per cementare una lunga a solida relazione. Spesso si sente parlare di anaffettività anche nella coppia. Ma come si riconosce una persona anaffettiva e come si tratta una condizione del genere,

Anaffettività: come fare quando il sentimento non c’è

Le persone anaffettive, per la maggioranza dei casi in una coppia, sono uomini. Per anaffettività si intende l’incapacità di provare emozioni, ma non solo, spesso anche di evitare relazioni sentimentali. Le persone anaffettive, ai sentimenti prediligono il rigore e sicurezza della logica e della razionalità. Secondo alcuni esperti in campo medico questa condizione patologica si manifesta come conseguenza a traumi o stress nell’infanzia o pre-adolescenziale. Queste problematica si riversa, in seguito, in età adulta in qualsiasi relazione – amicale o sentimentale – fuori dal nucleo familiare. Una cosa è certa, però, l’anaffettività è una forma difensiva che un’individuo assume per sfuggire dal terreno fragile e pericoloso delle emozioni.  In una coppia, però, una persona anaffettiva può risultare comunque una figura fedele, di sostegno e di protezione, quando necessario. 

Le persone ananffettive, in una coppia e non, spesso sono: 

  • Proiettate sul lavoro e su se stesse;
  • Tendenti a non credere alle dichiarazioni d’affetto ricevute;
  • Narcisiste;
  • Distaccate emotivamente da qualsiasi esperienza dolorosa (per non provare dolore emotivo);
  • In difficoltà a godere della propria vita e delle cose positive che gli capitano intorno.

La felicità deve essere un elemento comune nella coppia, quindi è importante capire quanto si è disposti a scendere a compromessi con il proprio partner anaffettivo. È fondamentale capire se si è disposti a convivere con una persona che predilige la rigidità e la logica (che non cambierà mai), piuttosto che con qualcuno che è più vicino ai propri canoni di vita e che condivida la stessa modalità affettiva. Dunque, quando questa situazione inizia a risultare pesante, è bene per entrambi prendere le distanze. 

Le relazioni sono sempre un tema molto difficile, ne esistono a migliaia. Negli ultimi tempi, tra la pandemia e la guerra in Ucraina, nelle relazioni cresce la depressione un disturbo facilmente individuale anche da come parliamo. 

2.239 visualizzazioni 4
Chiudi
Caricamento contenuti...