VIDEO
Cerca video
Installa app Contatti
NEWS 07 MARZO 2017

Pasticceria, Iginio Massari: da 60 anni inseguo la mia curiosita'

Milano, (askanews) -'Quando mangiamo un dolce trasgrediamo per eccellenza e chi non trasgredisce un pochino non promuove il progresso'.

E' il nome della pasticceria italiana all'estero, in 60 anni di carriera ha collezionato quasi 400 tra premi e riconoscimenti.

Passando dalla sua pasticceria, in via Salvo D'Acquisto a Brescia, pero' non e' difficile trovarlo a battere gli scontrini in cassa o a sistemare nei vassoi i pasticcini.

Perche' Iginio Massari e' questo: un professionista che alla notorieta' preferisce inseguire la perfezione.

Ancora a 74 anni.

Lo abbiamo incontrato in occasione di un ennesimo riconoscimento, quello che gli ha tributato Identita' Golose a Milano, durante questa edizione del congresso dedicata al viaggio e alla sua liberta': 'Non ho mai lavorato per rincorrere i riconoscimenti ne' i premi ma sempre in funzione della mia curiosita'.

Dato che questa manifestazione parla del viaggio, io ho viaggiato tantissimo ma il viaggio che mi da' piu' risultati nel mio lavoro e' quello che faccio nella mia mente, nel mio pensiero e' il viaggio che mi regala tutti i giorni qualcosa di speciale'.

La cucina come la pasticceria trae spesso spunto dai viaggi.

Spesso i piatti sono frutto di combinazioni tra materie prime che arrivano da tutto il mondo.

Un paradosso rispetto alla ricerca per alcuni versi ossessiva del chilometro zero.

'Il km 0 e' una barzelletta dei giornali per vendere un po' di piu', ma non puo' esistere.

Nel mondo del cioccolato se ci fosse il chilometro zero nessuno lo mangerebbe.

O siamo consapevoli di quello che diciamo e facciamo un passo indietro, e magari un giorno ce ne sara' la necessita'.

Per ora c'e' la necessita' di usare l'intelligenza e non la stupidita''.

Iginio Massari pero' non e' soltanto il miglior pasticcere d'Italia.

Nella sua carriera ha lavorato anche nell'industria alimentare, dalla Bauli alla Star.

Conosce le dinamiche di questo mercato, e non lesina pareri anche quando si tratta di temi che dividono come l'olio di palma: 'Io sono sempre stato contrario a questa balla immensa che ci hanno raccontato a cui il mondo italiano crede: perche' chi ha smesso di consumare in parte l'olio di palma sono solo gli italiani 00.06.50 .

Se tutto il mondo avesse rinunciato all'olio di palma dato che rappresenta circa il 70-80% del consumo di grassi totali gli altri oli sarebbero aumentati a livello esagerato ma non ci sarebbero comunque a sufficienza per sfamare il Pianeta'.

Massari e' netto e preciso nelle sue prese di posizione, cosi' come lo e' nella vita di tutti i giorni, quella di pasticcere, un lavoro rigoroso come una formula matematica: 'La pasticceria e' il primo cibo scientifico perche' e' fatto di tanti numeri, temperature, pesi, tipologia di volumi specifici se tutti rispettano i numeri teoricamente dovrebbero avere lo stesso risultato ma attenzione pero' rispettare i numeri e' una cosa avere la professionalita' e' un'altra'.

0
Alcuni video presenti in questa sezione sono stati presi da internet, quindi valutati di pubblico dominio. Se i soggetti presenti in questi video o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione, basterà fare richiesta di rimozione inviando una mail a: team_verticali@italiaonline.it. Provvederemo alla cancellazione del video nel minor tempo possibile.
Chiudi
Caricamento contenuti...