VIDEO
Cerca video
Installa app Contatti
BUONO A SAPERSI 01 DICEMBRE 2022

Perché dovremmo smettere di fare questa cosa col sale, quando mangiamo

Usare meno sale sul cibo a tavola potrebbe ridurre il rischio di malattie e morte prematura, secondo gli scienziati. Un nuovo studio ha suggerito che cambiare le nostre abitudini a tavola può ridurre di un quinto il rischio di malattie cardiache, insufficienza cardiaca e ictus. I ricercatori hanno monitorato quasi 200.000 britannici di età compresa tra i 30 e i 70 anni per più di 10 anni.

Sale extra a pranzo e a cena? Ecco cosa rischiamo

Le malattie cardiache e circolatorie causano un quarto di tutti i decessi nel Regno Unito e uccidono quasi 900.000 americani ogni anno. Consumare troppo sale è pericoloso perché porta alla ritenzione idrica nel sangue, che mette sotto pressione i vasi sanguigni. Ciò aumenta la pressione sanguigna e, a sua volta, aumenta  il rischio di ictus o infarto. Conoscevi gli effetti del (troppo) sale sul cervello?

I ricercatori della Tulane University hanno esaminato le cartelle cliniche di 176.570 britannici. I dati includevano le risposte al questionario su quanto sale i partecipanti aggiungevano alla loro cena. Le informazioni sui tassi di malattie cardiovascolari sono state raccolte attraverso la loro storia medica, i ricoveri ospedalieri, i dati del registro dei decessi e un questionario.

Perché dovremmo stare attenti a come usiamo il sale

All’inizio dello studio, nessuno dei partecipanti soffriva di complicazioni cardiache. Sono stati monitorati per quasi 12 anni, in media. I risultati, pubblicati sul Journal of the American College of Cardiology, hanno mostrato che ci sono stati quasi 10.000 “eventi”.

L’analisi ha mostrato che i partecipanti che aggiungevano meno sale al loro cibo avevano meno probabilità di soffrire di complicanze cardiache. Coloro che “mai/raramente” hanno aggiunto il condimento avevano il 23% in meno di probabilità di soffrire di problemi cardiovascolari, rispetto a coloro che hanno riferito di aggiungerlo “sempre”. Nel frattempo, anche coloro che aggiungevano sale solo “a volte” e “di solito” avevano un rischio inferiore: rispettivamente il 21% e il 19%.

Ridurre il sale che aggiungiamo è un modo importante per tenere sotto controllo la pressione sanguigna e ridurre il rischio di avere un infarto o un ictus. Sebbene sia utile ridurlo aggiungendone meno a tavola o in cucina, è importante leggere le etichette degli alimenti per fare le scelte di sale più basse quando si fa la spesa. Ma il sale potrebbe far aumentare il quoziente intellettivo?

2.312 visualizzazioni 58
Chiudi
Caricamento contenuti...