VIDEO
Cerca video
Seguici su Installa app Contatti
CURIOSITÀ 20 GIUGNO 2019

Perché escono i nei?

Se pensate a una grande diva come Marylin Monroe, vi ricorderete senz’altro quasi tutti i dettagli del suo bellissimo volto, compreso il vezzoso neo sulla sua guancia sinistra.

Ma perché sul nostro corpo escono i nei? Il neo, che in gergo medico viene chiamato “nevo”, è una lesione cutanea benigna che può essere presente fin dalla nascita: nella maggioranza dei casi, si forma per l’accumulo in un punto specifico dell’epidermide di un gran numero di melanociti, le cellule che sintetizzano la melanina e determinano il colore della pelle, dei capelli e dei peli. Oltre a quelli congeniti, nell’arco della vita è normale che compaiano altri nei sulla cute, soprattutto durante la pubertà e dopo i 50 anni, oltre che per un’eccessiva esposizione al sole o in seguito a variazioni ormonali come la gravidanza. Ce ne sono di diverse tipologie, classificati in base al loro aspetto, ma il motivo per il quale tutti gli esseri umani sono soggetti a questo tipo di alterazione cutanea, non è ancora stato chiarito. Nell’antichità, si pensava che gli dei, invidiosi della bellezza umana, volessero rovinarla riempiendola di macchie scure. Nel Medioevo, invece, i nei erano ritenuti inequivocabile segno di possessione demoniaca e la loro presenza sul corpo femminile era considerata una prova di stregoneria. Nella Francia di Luigi XVI, divennero per contro di gran moda, soprattutto dopo che si riprese l’usanza dell’antica Roma di crearne di posticci per camuffare le tracce di malattie deturpanti come il vaiolo: la “mouche”, ovvero la mosca, era il neo finto senza il quale, ad esempio, l’amante del re Madame Du Barry non si sarebbe mai mostrata in pubblico.

3.305 visualizzazioni 0
Alcuni video presenti in questa sezione sono stati presi da internet, quindi valutati di pubblico dominio. Se i soggetti presenti in questi video o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione, basterà fare richiesta di rimozione inviando una mail a: team_verticali@italiaonline.it. Provvederemo alla cancellazione del video nel minor tempo possibile.
Chiudi
Caricamento contenuti...