VIRGILIO KIDS PUBBLICATO il

Perché gli antichi egizi hanno costruito le piramidi?

Se pensiamo all’antico Egitto, ci vengono sicuramente in mente le tre gigantesche piramidi di Cheope, Chefren e Micerino, che si trovano ancora oggi nella piana di Giza, vicino alla capitale Il Cairo.

Ma perché sono state costruite?

L’usanza di innalzare tombe reali di questo tipo risale ai periodi dell’Antico e Medio Regno, che gli egittologi hanno suddiviso in base alle varie dinastie di faraoni: le piramidi sono tra i monumenti più misteriosi e più studiati di tutto il Mondo e, secondo alcune teorie, servivano per permettere agli spiriti delle personalità più importanti del regno di avvicinarsi al cielo e comunicare con gli dei dopo la morte.

La forma piramidale era stata scelta per rappresentare la collina sacra “Benben”, cioè la prima terra emersa dal “Nun”, l’oceano della creazione: qui il primo dio egiziano Atum, identificato con il Sole che tramonta, aveva creato se stesso e la coppia formata da Shu e Tefnut.

Tutte le tombe piramidali e gli obelischi dovevano essere completati dal “pyramìdion”, un puntale fatto con una pietra a forma di cono, che doveva ricordare un raggio di sole: col tempo, per scolpirlo più facilmente, la fecero diventare squadrato e usarono minerali più preziosi dei blocchi di calcare del resto delle costruzioni; spesso veniva anche decorato con geroglifici e ricoperto d’oro.

Oggi hai imparato perché gli antichi Egizi hanno costruito le piramidi!

Video più condivisi

OGGI SETTIMANA MESE TUTTI I VIDEO

Alcuni video presenti in questa sezione sono stati presi da internet, quindi valutati di pubblico dominio. Se i soggetti presenti in questi video o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione, basterà fare richiesta di rimozione inviando una mail a: team_verticali@italiaonline.it. Provvederemo alla cancellazione del video nel minor tempo possibile.

seguici su
VIDEO