Virgilio Video VIDEO Search
HOME arrowDx CURIOSITÀ

Perché i tatuaggi sono dispari?

30 MAGGIO 2019 1.221 visualizzazioni

Chi li ama lo sa bene: mai avere tatuaggi pari. In pochi però conoscono l’origine di questa usanza, che risale alle abitudini dei marinai europei di inizio Ottocento.

Gli equipaggi che nel XVIII secolo si erano spinti nelle isole del Pacifico avevano apprezzato la tipica arte del tatuaggio, riportandola nel Vecchio Continente, dove invece in epoca medievale era stata proibita dalla Chiesa. Tra i marinai divenne consuetudine tatuarsi simboli di buon auspicio per “proteggersi” durante i lunghi viaggi in mare. La prassi era quella di farne uno alla vigilia del viaggio e un altro quando si giungeva a destinazione. Il terzo, invece, si faceva una volta tornati a casa sani e salvi. A questi se ne sommava un altro in caso di nuova partenza, un quinto al ritorno e così via. Avere tatuaggi in numero pari significava dunque trovarsi lontano da casa, mentre se erano dispari voleva dire essere al sicuro con la famiglia. La tradizione dei tatuaggi “dispari” si è poi diffusa anche fuori dall’ambiente marinaresco ed è tuttora rispettata da molti. I tatuaggi dei marinai, ancora oggi possono avere poi un preciso significato: chi ha un dragone, per esempio, vuole far sapere di essere stato in Cina. Se sceglie una tartaruga, invece, ha di sicuro varcato l'equatore.

Trend

guardali tutti

Video più condivisi

  • OGGI
  • SETTIMANA
  • MESE
guardali tutti

Alcuni video presenti in questa sezione sono stati presi da internet, quindi valutati di pubblico dominio. Se i soggetti presenti in questi video o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione, basterà fare richiesta di rimozione inviando una mail a: team_verticali@italiaonline.it. Provvederemo alla cancellazione del video nel minor tempo possibile.

Caricamento contenuti...