VIDEO
Cerca video
Seguici su Installa app Contatti
CURIOSITÀ 04 FEBBRAIO 2020

Perché in Islanda non ci sono Mc Donald’s?

Perché in Islanda non ci sono Mc Donald’s? E’ difficile da credere, ma anche il fast food più famoso della storia ha collezionato dei fallimenti, tanto che in una decina di Paesi del mondo è stato bandito. Ne è un esempio l’Islanda. Dal 2009 sull’isola di ghiaccio non ci sono più Mc Donald’s. Il motivo? La crisi economica si è fatta sentire anche qui, e in un anno i costi di gestione della catena più importante di fast food si sono visti raddoppiati. Il Big Mac di Reykjavik era già tra i più cari del pianeta, con i suoi 3,50 euro (come in Italia), subito sotto i 3,80 euro di Norvegia e Svizzera; ma con la corona islandese in caduta libera, il passo successivo sarebbe stato un ulteriore aumento del 20%, portando il panino a costare 4,25 euro: decisamente troppo! Inoltre, i prezzi dei ristoranti hanno subito un innalzamento anche a causa dell’impossibilità di usare prodotti locali. Una curiosità: un uomo, fan del McDonald’s, ha deciso di comprare l’ultimo hamburger sfornato e di conservarlo come una reliquia. In realtà, Hjortur Smarason - questo il nome del leggendario signore - voleva accertarsi di un mito legato agli iconici panini, ovvero la tendenza a non decomporsi. Ebbene, a distanzi di 10 anni, il sandwich non ha mostrato alcun segno di muffa o di decomposizione, diventando una vera e propria attrazione del posto, al punto da essere ospitato in una teca nella vetrina dello Snotra House, famoso ostello a sud del Paese.

4.033 visualizzazioni 4
Alcuni video presenti in questa sezione sono stati presi da internet, quindi valutati di pubblico dominio. Se i soggetti presenti in questi video o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione, basterà fare richiesta di rimozione inviando una mail a: team_verticali@italiaonline.it. Provvederemo alla cancellazione del video nel minor tempo possibile.
Chiudi
Caricamento contenuti...