VIDEO
Cerca video
Installa app Contatti
CURIOSITÀ 16 APRILE 2022

Perché la megattera viene definita la balena altruista

La megattera è un cetaceo misticeto della famiglia balaenopteridae. È un animale dalle dimensioni a dir poco importanti, la sua lunghezza varia infatti dagli 11 ai 17 metri, mentre il peso medio è leggermente inferiore alle 30 tonnellate.

Sono facilmente distinguibili dalle altre balene, merito delle caratteristiche pinne, di dimensioni superiori a quelle di tutte le altre specie di grandi cetacei: circa un terzo della lunghezza del corpo.

Vivono generalmente in piccoli gruppi “instabili”, costituiti da un numero variabile di individui che tendono ad aggregarsi soprattutto nei luoghi di alimentazione e di riproduzione.

Capaci di migrazioni tra le più lunga del regno animale – quasi 5000 miglia a senso unico – le megateri sono diffuse in ogni parte del mondo, per questo vengono definite cosmopolite, ma la caratteristica più “umana” della specie è un’altra: l’altruismo.

Megattere contro orche, lotta negli oceani

Elemento peculiare del comportamento delle megattere è infatti la tendenza a difendere le altre megattere,  ma anche altre specie, dall’attività di uno dei cacciatori più temibili dei mari: l’orca assassina.

Le orche assassine sono considerate dei superpredatori, si trovano infatti in cima alla catena alimentare, non avendo dei predatori naturali.

Diversi studi hanno infatti evidenziato come spesso le megattere accorrano letteralmente in soccorso di altri animali predati dalle orche, ingaggiando un combattimento con queste ultime.

Si tratta di un comportamento unico, che da sempre affascina etologi e scienziati, dato che le orche sono estremamente pericolose anche per le megattere, soprattutto per i cuccioli.

Non è ancora del tutto chiaro cosa spinga le megattere ad attuare un comportamento così raro nel mondo animale, ma diversi scienziati parlano a chiare lettere di una forma di altruismo.

Secondo una delle interpretazioni queste balene sarebbero spinte a compiere questi atti perché guidate da legami di parentela:, ma questa teoria non spiega perché le megattere accorano anche in difesa di specie diverse.

Secondo una delle interpretazioni più accreditate, il comportamento delle magattere sarebbe da intendere come una difesa predatoria che si concretizza con l’attacco.

Si tratta di una strategia difensiva pericolosa e a tratti paradossale, ma non del tutto unica nel mondo animale. Un’altra specie di grande mammifere, l’elefante africano, attua infatti comportamenti analoghi per difendersi dai leoni.

12.647 visualizzazioni 26
Chiudi
Caricamento contenuti...