Virgilio Video VIDEO Search
HOME arrowDx BAMBINI

Perché la pastasciutta si chiama così?

25 NOVEMBRE 2019

Perché la pastasciutta si chiama così? In Italia, si sa, i primi piatti a base di pasta sono immancabili sulle tavole, specialmente all’ora di pranzo! Indipendentemente dal formato, lungo o corto che sia, la pasta si cuoce in acqua bollente salata e si scola al dente, per poi essere condita in tutti i modi possibili. Ma perché la pastasciutta si chiama così? Questo termine è nato nei primi del ‘900 e deriva proprio dal procedimento tipicamente italiano, che prevede che la pasta di grano venga “asciugata” eliminando l’acqua di cottura con lo scolapasta, prima di essere servita con il condimento preferito. Secondo i documenti storici, prima del XX secolo la pasta veniva definita genericamente con la parola “maccheroni”, che oggi indica invece un particolare formato, a cui poi vennero affiancati anche i termini “spaghetti” e “pastasciutta”: per ritrovare le prime preparazioni simili alla pasta che noi conosciamo, bisogna risalire al 100 a.C., quando gli antichi Romani mangiavano le “làgane”, delle schiacciatine sottili di farina bollite nell’acqua, che possono essere considerate le antenate delle lasagne. Nel Medioevo, invece, nel borgo siciliano di Trabia, vicino a Palermo, si iniziò a produrre un impasto di farina di grano e acqua chiamato “itryah”, che veniva essiccato per migliorarne la conservazione e a cui veniva data una forma allungata e sottile. Oggi hai imparato perché la pastasciutta si chiama così!

Trend

guardali tutti

Bambini

guardali tutti

Alcuni video presenti in questa sezione sono stati presi da internet, quindi valutati di pubblico dominio. Se i soggetti presenti in questi video o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione, basterà fare richiesta di rimozione inviando una mail a: team_verticali@italiaonline.it. Provvederemo alla cancellazione del video nel minor tempo possibile.

Caricamento contenuti...