VIDEO
Cerca video
Seguici su Installa app Contatti
KIDS 21 MAGGIO 2019

Perché le comete hanno la coda?

Vedere almeno una volta una cometa, ci riempie di gioia e stupore. Ma perché le comete hanno la coda?

Le comete non sono stelle, bensì agglomerati di roccia, metalli, polveri cosmiche e ghiaccio: il loro nome deriva dal greco “kométes”, che significa “dotate di chioma”, perché per gli antichi la loro coda luminosa assomigliava a capelli vaporosi e fluenti. Man mano che le comete si avvicinano al Sole, l’intenso calore della stella fa passare il ghiaccio presente al loro interno dallo stato solido a quello gassoso: l’acqua nebulizzata, mescolata alle particelle di polvere, genera una nube che circonda il nucleo, che viene poi “soffiata” dal vento solare nella direzione opposta al percorso del corpo celeste in movimento.

E’ proprio così che ha origine l’affascinante scia luminosa che, però, tende ad affievolirsi ad ogni passaggio vicino al sole, perché il ghiaccio pian piano si esaurisce: le comete più ricorrenti, quindi, possono perdere la propria coda e rimanere circondate solo da una “chioma” polverosa.

Quando tutto il materiale gassoso si disperde lasciando solo la parte rocciosa del nucleo, la cometa si trasforma per sempre in un asteroide. Gli scienziati ritengono che le comete siano i resti della Nebulosa da cui è nato il nostro sistema solare, che ai margini sarebbe stata sufficientemente fredda da far ghiacciare l’acqua.

La cometa più famosa mai osservata è quella di Halley, il cui prossimo passaggio visibile dalla Terra sarà nel 2061. Oggi hai imparato perché le comete hanno la coda!

0
Alcuni video presenti in questa sezione sono stati presi da internet, quindi valutati di pubblico dominio. Se i soggetti presenti in questi video o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione, basterà fare richiesta di rimozione inviando una mail a: team_verticali@italiaonline.it. Provvederemo alla cancellazione del video nel minor tempo possibile.
Chiudi
Caricamento contenuti...