VIDEO
Cerca video
Seguici su Installa app Contatti
CURIOSITÀ 14 MAGGIO 2019

Perché mettiamo il cibo in frigorifero?

Che bello quando in estate possiamo rinfrescarci con una bella fetta di cocomero o un gustoso ghiacciolo! E’ tutto merito del frigo, il migliore amico che si possa avere in cucina e non solo per goderci una bibita fresca quando fa caldo, ma anche per conservare più a lungo i nostri alimenti preferiti. Perché mettiamo il cibo in frigorifero? Fin dai tempi più antichi, l’uomo ha sentito la necessità di accumulare delle provviste per i periodi in cui scarseggiavano gli animali da cacciare e non c’erano frutti sugli alberi e raccolti nei campi: per allungare il tempo in cui si potevano consumare le scorte alimentari si poteva farle seccare al sole, metterle sotto sale oppure tenerle al freddo, nella neve e nel ghiaccio. Mentre l’essicazione e la stagionatura erano alternative perfette per la carne e per alcuni tipi di pesce, frutta e verdura, essendo molto più ricche d’acqua, dovevano essere mantenute fresche e morbide in altri modi: oltre alle conserve sott’aceto e sott’olio, nacquero “neviere” e “ghiacciaie”, dei magazzini riempiti di strati di neve pressata o pezzi di ghiaccio, intervallati da stracci, paglia e foglie secche. Queste stanze gelate si sono evolute in frigoriferi domestici e in contenitori trasportabili solo nel XIX secolo: l’invenzione dell’elettrodomestico come lo conosciamo oggi, però, fu brevettata nel 1915 dallo statunitense Alfred Mellowes. Oggi hai imparato perché mettiamo il cibo in frigorifero!

2.125 visualizzazioni 0
Alcuni video presenti in questa sezione sono stati presi da internet, quindi valutati di pubblico dominio. Se i soggetti presenti in questi video o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione, basterà fare richiesta di rimozione inviando una mail a: team_verticali@italiaonline.it. Provvederemo alla cancellazione del video nel minor tempo possibile.
Chiudi
Caricamento contenuti...