VIDEO
Cerca video
Installa app Contatti
CURIOSITÀ 05 FEBBRAIO 2021

Perché si chiamano chiacchiere di Carnevale?

A Carnevale, oltre al fatto che ogni scherzo vale, è anche consentito abbuffarsi di dolci: sì, possiamo concederci qualche strappo prima della Quaresima e cosa c’è di meglio di qualche chiacchiera?

No, non intendiamo chiacchiere tra amici e parenti, ma dei tipici fritti con lo zucchero a velo che in Italia hanno decine di nomi diversi a seconda delle zone in cui si mangiano. Ai tempi dei romani, le chiacchiere venivano chiamate frictilia perché fritte nel grasso di maiale e si presume venissero preparate durante i Saturnali – feste molto simili al nostro Carnevale – tuttavia hanno assunto il nome che conosciamo noi grazie alla Regina Margherita Savoia. Ecco il motivo originale.

0
Alcuni video presenti in questa sezione sono stati presi da internet, quindi valutati di pubblico dominio. Se i soggetti presenti in questi video o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione, basterà fare richiesta di rimozione inviando una mail a: team_verticali@italiaonline.it. Provvederemo alla cancellazione del video nel minor tempo possibile.
Chiudi
Caricamento contenuti...