VIDEO
Cerca video
Seguici su Installa app Contatti
CURIOSITÀ 27 GIUGNO 2019

Perché si dice dare il due di picche?

Ma cosa c’entrano le carte da gioco quando non si accetta qualcosa o si vogliono frenare le avances di persone indesiderate? E’ capitato più o meno a tutti di confrontarsi, soprattutto in amore, con un secco “no”, una situazione molto ben delineata che gli italiani traducono con una frase bizzarra ma efficace: dare o ricevere, appunto, il due di picche. Cuori, Quadri, Fiori e Picche sono i semi delle carte francesi e le picche sono quelle che valgono di meno. In più, essendo il due la carta minima in qualsiasi gioco e per qualsiasi seme, il due di picche è la più bassa in assoluto tra le cinquantadue che compongono il mazzo. Associato metaforicamente alla vita di tutti i giorni, quindi, il due di picche ha un significato ben preciso: togliere, a chi lo possiede, qualsiasi speranza di vittoria. Gli appassionati sapranno che questa locuzione è legata anche ad un’altra frase, connessa con le carte da gioco napoletane: dare il due di coppe o il due di bastoni. Il significato ovviamente è il medesimo: rifiutare qualcosa o rispondere negativamente ad una precisa richiesta, allontanando anche in modo incivile chi tenta l’approccio indesiderato. Per estensione, infine, si usa dire anche ‘valere quanto un due di picche’ o un due di bastoni: entrambe le frasi indicano chi, in un preciso contesto, non ha alcuna voce in capitolo.

1.153 visualizzazioni 0
Alcuni video presenti in questa sezione sono stati presi da internet, quindi valutati di pubblico dominio. Se i soggetti presenti in questi video o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione, basterà fare richiesta di rimozione inviando una mail a: team_verticali@italiaonline.it. Provvederemo alla cancellazione del video nel minor tempo possibile.
Chiudi
Caricamento contenuti...