VIDEO
Cerca video
Seguici su Installa app Contatti
CURIOSITÀ 14 MAGGIO 2019

Perché si dice fare la cresta?

Uno dei modi di dire più conosciuti è fare la cresta, usato per indicare il trattenere per sé qualcosa in più del dovuto. Ma da dove arriva questo modo di dire?

In antichità, i contadini erano soliti rendere più appetibili le loro pietanze con l’agresto, un condimento ricavato dall’uva acerba non ancora utilizzabile per il vino. Mentre raccoglievano quest’uva, i contadini affamati erano soliti approfittarne per rubacchiare qualche grappolo maturo. Chi veniva scoperto era accusato di fare l’agresto. Questo modo di dire con il passare del tempo ha subito una variazione linguistica trasformandosi nel moderno fare la cresta. L’espressione fare l’agresto è usata anche dallo scrittore fiorentino del ‘600 Lorenzo Lippi nella sua opera “Il Malmantile racquistato”. Per fare l’agresto, il mosto ricavato dai grappoli d’uva acerbi veniva fatto fermentare all’interno di barili di legno esposti al sole e fatto bollire per ottenerne una riduzione. Oltre che per insaporire, il particolare condimento era utilizzato come bevanda dissetante dalle diverse proprietà terapeutiche. Oggi viene utilizzato soprattutto sulle carni di vitello, pollo e quaglia. In Lombardia e Piemonte, è aggiunto al brodo del bollito per dargli più carattere, mentre in Toscana, più precisamente a San Miniato, è stato riconosciuto prodotto agroalimentare tradizionale dal Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali.

1.096 visualizzazioni 0
Alcuni video presenti in questa sezione sono stati presi da internet, quindi valutati di pubblico dominio. Se i soggetti presenti in questi video o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione, basterà fare richiesta di rimozione inviando una mail a: team_verticali@italiaonline.it. Provvederemo alla cancellazione del video nel minor tempo possibile.
Chiudi
Caricamento contenuti...