VIDEO
Cerca video
Seguici su Installa app Contatti
CURIOSITÀ 19 SETTEMBRE 2019

Perché uccidere i ragni porta sfortuna?

Perché uccidere i ragni porta sfortuna? Ammettiamolo, avere ragni per casa il più delle volte è fastidioso e ripugnante. C’è chi crede, però, che ucciderli porti sfortuna, e che la loro eliminazione possa trasformarsi in una vera e propria catastrofe. All’epoca degli antichi romani incontrare un ragno era un segno benaugurante. Per questo, ucciderlo avrebbe portato, al contrario, sfortuna. Le origini della credenza secondo cui “il ragno porta guadagno” ci portano anche ai tempi di Gesù Cristo. Secondo la tradizione popolare, furono proprio i ragni ad adornare la grotta di Betlemme durante la notte di Natale, per riparare il bambinello dal freddo e dal gelo. Sempre un ragno, poi, avrebbe aiutato Gesù, Giuseppe e Maria a scappare dalla persecuzione di Erode, creando una grande tela protettiva all'entrata della cavità nella quale la Sacra Famiglia cercò riparo. Così, San Giuseppe, per ringraziare il piccolo aracnide, lo benedì, e da quel giorno la sua presenza cominciò a significare ricchezza e felicità. Nel tempo si è sviluppata una vera e propria arte divinatoria legata all'incontro con i ragni, detta “aracnomanzia”. In generale, in tutta Italia, il ragno nero è simbolo di buon auspicio per antonomasia. Ma prestate attenzione a quando lo incontrate: al mattino presto, simboleggia dispiaceri in arrivo; a mezzogiorno in punto, ansietà, alla sera tardi, perdita di denaro o di averi!

3.722 visualizzazioni 0
Alcuni video presenti in questa sezione sono stati presi da internet, quindi valutati di pubblico dominio. Se i soggetti presenti in questi video o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione, basterà fare richiesta di rimozione inviando una mail a: team_verticali@italiaonline.it. Provvederemo alla cancellazione del video nel minor tempo possibile.
Chiudi
Caricamento contenuti...