VIDEO
Cerca video
Installa app Contatti
CURIOSITÀ 26 LUGLIO 2022

Pesce "predatore" in un lago italiano: scatta l’allarme

Scatta l’allarme nel lago di Garda, che deve fare i conti con un nuovo predatore acquatico. Stiamo parlando del pesce siluro, che sta colonizzando le acque del lago più grande d’Italia. Il pesce siluro è una specie invasiva, che può raggiungere i 2 metri di lunghezza e mettere a rischio tutte gli altri pesci presenti nelle circostanze. Se a Taranto è stato avvistato un animale rarissimo, nel lago di Garda c’è invece una nuova minaccia 

Pesce siluro nel lago di Garda: scatta l’allarme

L’allarme sulla presenza del pesce siluro nel lago di Garda è stato lanciato proprio dall’Unione pescatori sportivi del Garda. I pescatori sostengono di trovare almeno un esemplare di pesce siluro al giorno per ogni battuta di pesca. Il presidente Maurizio Scarmigliati ha dichiarato che trovano nelle loro reti esemplari più o meno della stessa taglia, e questi pesci sarebbero nati e cresciuti nelle acque del lago. Nelle battute di pesca precedenti le catture erano da un etto o due, successivamente si è passati a 4-6 etti, fino ad arrivare agli esemplari da un chilo. Questo sta a testimoniare la progressiva crescita dei pesci siluro nelle acque del lago di Garda. Dal momento che c’è un pesce predatore nel lago, scatta l’emergenza.

Le parole del presidente dell’Unione pescatori sportivi del Garda

Il presidente dell’Unione pescatori sportivi del Garda ha poi affermato: “Purtroppo di questa specie alloctona se ne parla solo in occasione di catture di notevoli dimensioni, ma poi, passato il clamore, il problema rimane. Se il trend è questo, alcune specie ittiche come il luccio, tra 10-15 anni sono destinate a scomparire. Il rischio è che anche il Garda faccia la stessa fine del Sebino e del lago d’Idro, ecosistemi lacustri ormai stravolti da questo pesce che si adatta a ogni condizione ambientale”.

Pesci Siluro nel lago di Garda: i primi ritrovamenti 

La prima testimonianza della presenza ufficiale del pesce siluro nel lago di Garda risale nel 1988, quando alcuni esemplari furono catturati a Peschiera. Un altro ritrovamento risale al 1995, invece, con un esemplare catturato al nord del lago, alla foce del Fiume Sarca. Il presidente dell’Unione pescatori sportivi del Garda, Maurizio Scarmigliati, ha spiegato che il pesce siluro potrebbe essere stato immesso illegalmente nelle acque del lago. Al momento si stanno raccogliendo foto e testimonianze documentali sulla presenza del pesce siluro nelle acque del lago di Garda.

9.225 visualizzazioni 37
Chiudi
Caricamento contenuti...