VIDEO
Cerca video
Installa app Contatti
NOTIZIE 30 OTTOBRE 2018

Premio Anima 2018, i sette vincitori premiati al Campidoglio

Roma, (askanews) - Nella cornice della Terrazza Caffarelli al Campidoglio si è svolta la consegna dei premi "Anima", la tradizionale kermesse ideata dall'omonima associazione no profit promossa da Unindustria. Giunto alla XVII edizione, il premio "Anima" ha voluto richiamare l'attenzione delle imprese e dell opinione pubblica sull'importanza della responsabilità sociale e della sostenibilità come fattori strategici di sviluppo del Paese, sensibilizzando alla crescita di una coscienza etica, attraverso l'arte e la cultura, nelle loro diverse forme di espressione. Significato e obiettivi dell'evento, che si è svolto sotto l'alto patronato della presidenza della Repubblica, sono stati spiegati da Sabrina Florio, presidente di "Anima" e vicepresidente di Unindustria con delega all'etica e legalità.

"E' un premio che che vuole trasferire ai cittadini e alla società civile tutti i valori della responsabilità sociale della sostenibilità - ha detto Florio - Anima è un'associazione di imprese illuminate, che credono veramente che oggi la sostenibilità sia un valore per la crescita e la competitività". Il filo conduttore di questa edizione è stato l'impegno contro l'indifferenza rispetto ai fenomeni di emarginazione, degrado e illegalità. "Vogliamo valorizzare e iniziare a pensare che la nostra società debba essere più inclusiva, più equa e più sostenibile", ha aggiunto il presidente di "Anima".

A premiare i vincitori è stata una giuria presieduta da Luigi Abete, presidente della Bnl, che ha sollecitato una maggiore attenzione della politica sul tema della sostenibilità. "La politica - ha affermato - è per definizione attenta alle aspettative dei suoi elettori. A livello di pratica, quindi di comportamenti effettivi, c'è ancora una bella differenza da colmare anche perché sono processi lunghi".

I premi sono andati a "Manuel" di Dario Abertini per il cinema; Alessandro Imbriaco per la fotografia; Elisabetta Soglio e Marco Omizzolo per il giornalismo; "L'animale femmina" di Emanuela Canepa per la letteratura; RisorgiMarche con Neri Marcorè per la musica; Nest Napoli Est Teatro per il teatro. Il premio speciale 2018 è andato a Maria Cristina Finucci per "The Garbage Patch State". Menzioni speciali per la "Gatta Cenerentola" di Alessandro Rak per il cinema e "Otto giorni in Niger" di Edoardo Albinati e Francesca D'Aloja per la letteratura.

0
Alcuni video presenti in questa sezione sono stati presi da internet, quindi valutati di pubblico dominio. Se i soggetti presenti in questi video o gli autori avessero qualcosa in contrario alla pubblicazione, basterà fare richiesta di rimozione inviando una mail a: team_verticali@italiaonline.it. Provvederemo alla cancellazione del video nel minor tempo possibile.
Chiudi
Caricamento contenuti...