VIDEO
Cerca video
Installa app Contatti
BUONO A SAPERSI 23 MAGGIO 2022

Punture di vespe, i rimedi naturali che forse non conoscevi

Con l’arrivo della stagione più calda, torna anche il timore di subire punture di insetti, come api e vespe. Queste ultime sono spesso confuse con i calabroni, ma sono riconoscibili grazie al loro aspetto tipico, fatto di strisce gialle e nere. La vespa può attaccare anche in sciame e anche più volte, e la sua puntura può provocare dolori, pruriti e gonfiori nella zona in cui si è stati punti.

Salvo allergie specifiche (che possono far insorgere effetti collaterali ben più gravi), solitamente i sintomi spariscono in breve tempo e, prima di affidarsi all’uso di medicinali, è possibile mettere in atto alcuni rimedi naturali che non tutti conoscono, utili per contrastare l’effetto fastidioso del veleno della puntura, ne vediamo alcuni:

Usare del ghiaccio sulla puntura

Per alleviare il dolore e il gonfiore dati dalla puntura di una vespa, si può applicare una borsa del ghiaccio direttamente sulla zona arrossata, e lasciarla agire per circa 20 minuti.

La versatilità del bicarbonato

Conosciuto per i suoi mille usi (la lista dei metodi per usare il bicarbonato è infatti lunghissima) e praticamente presente nella dispensa di ogni cucina, anche in caso di puntura di vespa il bicarbonato può rivelarsi utile, basta:

  • mescolare un cucchiaino insieme a dell’acqua
  • spalmare il composto ottenuto direttamente sulla puntura
  • lasciare agire per qualche minuto e poi sciacquare sotto acqua corrente.

Le proprietà lenitive di aglio e cipolla

Anche l’aglio e la cipolla possiedono delle proprietà utili per lenire il fastidio dato dalla puntura di vespa, per sfruttarle basta:

  • affettare a metà una cipolla o usare uno spicchio d’aglio
  • applicare direttamente sulla zona della puntura
  • tenere in posa fino a che il fastidio non sarà scomparso.

Le proprietà disinfettanti del limone

Anche il limone offre un ottimo e veloce rimedio contro le punture di vespa. Sarà sufficiente una fettina di limone da applicare sulla zona colpita per alleviare il gonfiore. Si può applicare anche direttamente sull’area da trattare qualche goccia del suo succo.

L’aceto aiuta a neutralizzare il veleno

Anche l’aceto può rivelarsi utile, perché è capace di neutralizzare il veleno lasciato sottopelle dalla puntura. Per usarlo si può:

  • usare un batuffolo di cotone o un fazzoletto pulito su cui versare qualche goccia di aceto
  • applicarlo direttamente sulla pelle.

1.225 visualizzazioni 12
Chiudi
Caricamento contenuti...