VIDEO
Cerca video
Installa app Contatti
BUONO A SAPERSI 29 LUGLIO 2022

Quali sono le specie di meduse più diffuse nel Mediterraneo

L’allarme meduse è comune anche in Italia, dopo che lungo alcuni tratti costieri dei mari italiani si è registrato un incremento della loro presenza.  Per affrontare al meglio questa problematica è necessario conoscere quali sono le meduse più diffuse nei nostri mari e i rischi a esse collegati. Alcune sono innocue. Ecco quali sono e come curarsi se si è vittime di eventuali punture.

Luminosa e urticante

La Pelagica noctiluca o ‘Medusa luminosa’, è altamente urticante. presenta una colorazione rosa o rossastra  ha dei tentacoli che possono raggiungere anche diversi metri.

Grande ma innocua

La più grande è la Rhizostoma pulmo, conosciuta anche con il nome di ‘Polmone di mare’. Solitamente, questa specie innocua è biancastra con bordo blu oppure è completamente blu. Un’altra specie molto comune è la Cotylorhiza tubercolata, anch’essa innocua nonostante il grande ombrello che le conferisce un’aria minacciosa.

Dalla Cubomedusa alla Quadrifoglio

La Carybdea marsupialis (o ‘Cubomedusa’) è invece una specie urticante, parente delle meduse killer dell’Australia. Leggermente urticante è anche la Aurelia aurita (o ‘Medusa quadrifoglio’). Il nome deriva dalle 4 strutture circolari sopra il suo ombrello trasparente, che ricordano la forma di un quadrifoglio.

Cosa fare in caso di puntura

In caso di puntura, bisogna lavare subito e più volte l’area interessata utilizzando acqua di mare. inoltre è bene asportare con delicatezza gli eventuali residui di tentacolo.

Infine è bene non grattarsi, strofinare la sabbia oppure ricorrere a medicazioni estemporanee con ammoniaca, aceto, alcool  o succo di limone,

0
Chiudi
Caricamento contenuti...